BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ferrazzi: “L’enologia eccellenza regionale”

Presentata a Wineday la guida "Viniplus” con oltre 500 vini classificati

Più informazioni su

Oltre  500  vini  classificati e selezionati su 564 degustati, 49 dei quali premiati  con 4 Rose Camune (eccellenti) e 83 con 3 Rose Camune (ottimi) da 70  degustatori  ufficiali dell’Ais (Associazione Italiana Sommelier). Sono alcuni  dei  numeri  di  "Viniplus  2009", la guida ai vini lombardi a cura dell’AIS  Loambardia,  presentata  oggi  al  Circolo della Stampa di Milano nell’ambito  di "Wine Day" la IX Giornata dei Vini di Lombardia organizzata dall’As.co.vi.lo. (Associazione  Consorzi  Vini  Lombardi) con il sostegno della Regione. 

«Quello  di oggi è un appuntamento con il quale ogni anno vengono celebrati gli  eccellenti  risultati raggiunti dalle nostre cantine e al quale ancora una  volta la Regione Lombardia ha voluto dare il proprio convinto sostegno – ha dichiarato l’assessore regionale all’Agricoltura, Luca Daniel Terrazzi -.  Si  tratta di un momento qualificato di confronto e studio della realtà vitivinicola  lombarda  che si declina anche attraverso degustazioni di una parte  rappresentativa  della produzione enologica regionale, oltre che con la  presentazione  di  una  guida   che  offra  ai  consumatori le migliori etichette dell’anno. La  Giornata  dei  Vini  di  Lombardia  – ha aggiunto Ferrazzi – è davvero preziosa e permette ancora una volta ai vini lombardi di presentarsi con la loro  qualità  ma  anche attraverso la storia e il contesto dai quali hanno origine.  È importante sottolineare il connubio prodotto-territorio, perché siano  proprio  i  cittadini  lombardi  i  primi  a  scoprire,  conoscere e visitare, oltre che acquistare e consumare, i prodotti delle nostre cantine e,  in generale, tutto lo straordinario patrimonio  agro-alimentare offerto dalla nostra regione».  

La  guida  di  "Viniplus"  di  quest’anno, oltre a premiare i migliori vini assegnando  le  "4  Rose  Camune", offre una puntuale e completa recensione delle  cantine  lombarde,  fornendo  preziose informazioni sulla conduzione aziendale,  le  scelte colturali, le  tecniche di vinificazione, oltre alle caratteristiche  organolettiche di ciascun vino degustato e perfino l’etica produttiva. «Una  pubblicazione – sottolinea l’assessore all’Agricoltura – che  si  presenta  come  uno  strumento  utile  e prezioso per conoscere le numerose  eccellenze dei nostri distretti vinicoli. Oltre alle bollicine di Franciacorta  e  Oltrepò  e ai grandi rossi di Valtellina, si stanno sempre più facendo spazio i prodotti della Valcalepio, di San Colombano, del Garda e  di  realtà  emergenti  come il Mantovano e le province di Como e Varese, alle  quali  attraverso due nuove IGT è finalmente riconosciuta la crescita qualitativa. Il  vino  lombardo  è   tipico,  di  qualità,  uguale a nessuno – conclude Ferrazzi.  Ecco  perché  vorrei  lanciare  un appello a coloro che lavorano nella ristorazione, nelle enoteche e nei winebar: lo sforzo fatto in questi anni dal mondo del vino lombardo ha bisogno di una competente e qualificata cassa  di risonanza nei confronti del consumatore finale, quindi proponiamo nelle  carte  dei  vini  prodotti  lombardi per accompagnare i nostri menù, perchè  i  primi  a  meritarsi  di  conoscere  i nostri vini sono proprio i lombardi. Lavoriamo tutti insieme anche per questo».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.