BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cade dall’alto, grave operaio. L’Asl indaga

Grave infortunio sul lavoro, nel primo pomeriggio, in uno stabilimento di Comonte, territorio di Seriate. Un operaio di 34 anni, di Castelli Calepio, è caduto nel vuoto da un'altezza di oltre cinque metri (in un primo momento ne erano stati stimati sette) e ha riportato fratture multiple su tutto il lato destro del corpo. E' stato ricoverato, sotto stretta osservazione, agli Ospedali Riuniti. Secondo l'Asl c'è ancora molto da chiarire.

Più informazioni su

Grave infortunio sul lavoro, nel primo pomeriggio, in uno stabilimento di Comonte, territorio di Seriate. Un operaio di 34 anni, residente a Castelli Calepio, è caduto nel vuoto da un’altezza di 5,2 metri e ha riportato fratture multiple (una prima stima indicava addirittura sette metri d’altezza).
Il lavoratore è stato ricoverato, sotto stretta osservazione, agli Ospedali Riuniti. Ancora da chiarire la dinamica dell’accaduto. La polizia locale di Seriate è intervenuta sul posto per i rilievi del caso. L’incidente attorno alle 14, in uno stabilimento-falegnameria piuttosto noto nella zona. Un operaio bergamasco, di 34 anni, si trovava sul terzo livello di scaffali di una parete, all’altezza di circa sette metri. Per cause ancora da accertare è precipitato, schiantandosi a terra: i medici hanno constatato fratture su tutto il lato destro del corpo dell’operaio, alla spalla, al braccio e alla gamba. Non si esclude un grave trauma cranico. L’elicottero del 118 ha trasportato l’infortunato a Bergamo.
Sul posto è intervenuta anche l’Asl: nessuno dei responsabili o degli altri dipendenti dell’azienda ha spiegato perchè, in quel momento, l’operaio si trovasse sulla parete con scaffali. Gli operatori dell’Azienda sanitaria locale attendono quindi che il 34enne possa essere ascoltato in ospedale, per avere maggiori chiarimenti sulla vicenda. "E’ uno di quei casi – dicono dal dipartimento di Prevenzione dell’Asl – in cui bisogna chiarire ogni aspetto possibile. L’infortunio dimostra come il lavoro in altezza – che ancora oggi comporta il maggior numero di lesioni gravi – interessi tutti i comparti produttivi".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.