BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Rossattini condannato dalla Corte dei Conti

Stefano Rossattini, ex direttore generale degli Ospedali Riuniti, è stato condannato dalla Corte dei Conti di Roma per un caso risalente al 2003. Dovrà risarcire i danni patrimoniali all’Azienda ospedaliera stessa, quantificando il tutto in 95 mila euro oltre a rivalutazione monetaria, interessi e spese legali,

Più informazioni su

Stefano Rossattini, ex direttore generale degli Ospedali Riuniti, è stato condannato dalla Corte dei Conti di Roma per un caso risalente al 2003. Rossattini, pochi giorni dopo essere stato nominato direttore generale, aveva dato incarico a un manager esterno, Ferruccio Piazzoni, per definire e attuare "strategie aziendali inerenti i servizi informativi, l’organizzazione, il marketing e la comunicazione" salvo poi revocarlo dopo sei mesi. Il manager ha in seguito fatto causa all’azienda. Perso il ricorso, gli Ospedali Riuniti avevano dovuto sborsare 186 mila euro. Le indagini della Corte dei Conti hanno stabilito che l’incarico era inutile. Rossattini dovrà risarcire i danni patrimoniali all’Azienda ospedaliera stessa, quantificando il tutto in 95 mila euro, oltre a rivalutazione monetaria, interessi e spese legali. "Un caso che potrebbe definirsi esemplare – si legge nella nota della Corte dei Conti -, di assoluta negligenza e di autentico disinteresse per le risorse finanziarie pubbliche, elargite con tanta leggerezza".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.