BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pi?? vicina l’alleanza Forza Italia-Lega

Il coordinatore regionale azzurro Guido Podest?? a Bergamo ha invitato gli esponenti del suo partito a correre uniti con i lumbard e se possibile anche con l'Udc, lasciando spazio alle candidature degli alleati. E' una linea diversa da quella sostenuta dall'ala maggioritaria degli azzurri bergamaschi, ma che ha visto l'assenso del consigliere regionale Marcello Raimondi.

Più informazioni su

C’è una novità che comincerebbe a concretizzare quelle che finora sono state solo indiscrezioni, chiacchiere, ipotesi circa i candidati del centrodestra alla guida della Provincia e del Comune di Bergamo nella tornata amministrativa della primavera prossima. Una novità legata all’incontro di venerdì sera, 7 novembre, con il coordinatore regionale azzurro Guido Podestà (nella foto a destra), che ha esplicitamente chiesto ai suoi di sponsorizzare le alleanze tra il Partito delle libertà e la Lega, ma anche l’Udc. Sponsorizzare le alleanze vuol dire accettare che uno dei due candidati sia di un  partito alleato, Lega o Udc appunto, mentre l’altro resterebbe del Pdl. Una linea che non è così scontata come sembra, dal momento che più di una volta gli azzurri bergamaschi (non tutti a dire il vero perché la minoranza del partito preme da sempre per l’alleanza ) hanno sostenuto l’importanza di presentare candidati del Pdl (Forza Italia e Alleanza nazionale) lasciando la Lega a correre per conto suo. E la Lega infatti ha già annunciato, oltre al candidato per la Provincia, Ettore Pirovano, anche quello per la città, Roberto Castelli.
Nell’incontro di venerdì sera però la linea Podestà ha raccolto il sostegno di un’altra delle componenti del partito, vale a dire Comunione e liberazione dal momento che anche Marcello Raimondi (nella foto a sinistra) si è espresso a favore della corsa insieme agli alleati di governo, proponendo questa unità anche nei Comuni, "troppo spesso governati dal centrosinistra perché noi ci presentiamo divisi".
E’ per questo che sembra più vicina, con tutti i "se" e i "ma" del caso visto che mancano ancora sette mesi alle elezioni, la possibilità di un candidato lumbard in Via Tasso, e di uno azzurro per Palafrizzoni, in una gara che vederebbe il centrodestra correre unito.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da berghem

    vi Fermerà qualche altro di pietro… e tra non molto..:!!!

  2. Scritto da Gabibbo

    UDC ? Ma Casini vi ricordate chi è ?

  3. Scritto da julian

    era ora. lega più forza italia e chi ci ferma più?
    poi litigheremo per le persone (= poltrone) ma almeno una line comune esisterà, così come già avviene centralmente e come avveniva nelle correnti democristiane.
    speriamo!