BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’Atalanta decimata riparte da Firenze: “In 18 bastano e avanzano”

L'allenatore convinto: Non ne servono né di più né di meno: non aggrappiamoci a scusanti solo perché manca qualche giocatore. Ho un gruppo che sa benissimo il fatto suo: a Firenze andiamo motivati, con l’obiettivo di portare via qualche punto”.

Più informazioni su

Pronti, via. L’Atalanta prova a lasciarsi alle spalle un periodo da incubo – un punto nelle ultime tre partite – e a ripartire da Firenze. Ma domani, contro la squadra di Cesare Prandelli e degli ex Zauri, Montolivo e Pazzini, i nerazzurri si presenteranno con gli uomini contati.
Doni e Valdes squalificati, Manfredini e Talamonti in infermeria: due reparti decapitati nel volgere di una sola settimana. Gigi Del Neri fa buon viso a cattivo gioco: “Siamo in diciotto, bastano a avanzano. Non ne servono né di più né di meno: non aggrappiamoci a scusanti solo perché manca qualche giocatore. Ho un gruppo che sa benissimo il fatto suo: a Firenze andiamo motivati, con l’obiettivo di portare via qualche punto”.
Sulla formazione, le ultime riserve saranno sciolte in dirittura d’arrivo: “Vediamo domani – aggiunge il mister -. Ho in serbo qualche soluzione per l’attacco, da adottare in corsa. E’ importante avere recuperato Cerci, che giovedì sembrava in difficoltà ma sarà sicuramente della partita”. Sul tormentone Vieri, vietato sbottonarsi: “L’unica certezza è che non scenderà in campo dall’inizio – precisa Del Neri -. Ha un’autonomia di non più di venti minuti, per fargli riprendere il ritmo partita occorrerà dosargli il minutaggio. Questo non vuol dire che lo devo far entrare per forza”. In difesa, mancando la coppia centrale di titolari, sono pronti Pellegrino e Rivalta, preferito a Capelli: “Claudio mi dà molta sicurezza, l’ho visto lavorare bene”.
La Fiorentina non è certamente l’avversario più abbordabile, in una situazione d’emergenza. Anche se i viola hanno i loro grattacapi, vedi infortunio di Mutu (fuori due settimane). Il tecnico atalantino non risparmia elogi all’undici di Prandelli, ma la parola paura nel vocabolario dell’Atalanta non ha diritto di cittadinanza: “Mi attendo una Fiorentina tosta, del resto disputa la coppa campioni ed è una squadra d’elite. Ha un gioco spumeggiante e un allenatore preparato. Occorrerà tenere i ritmi alti e concedere il meno possibile, ma sarà decisiva la fiducia nelle nostre possibilità”.
Peccato che a mettere in subbuglio la terza linea dei toscani non potrà esserci il genio di Cristiano Doni. Modulo rivoluzionato, dunque, con centrocampo a 5. Nessun problema, ribadisce il tecnico di Aquileia: “Nessuno può sostituire Doni nel suo ruolo: i centrocampisti saranno pronti ad inserirsi in avanti come sempre. Dobbiamo sfruttare le nostre caratteristiche, senza adottare tattiche attendiste che non ci appartengono: diversamente si sminuirebbe il valore dei giocatori. Insomma, non sarà una gita domenicale…”.

FORMAZIONI
Firenze, domenica 9 novembre, stadio “Artemio Franchi” (inizio ore 15)
FIORENTINA (4-3-3): 1 Frey; 14 Zauri, 3 Dainelli, 5 Gamberini, 6 Vargas; 14 Donade, 88 Felipe Melo, 18 Montolivo; 7 Semioli, 11 Gilardino, 8 Jovetic (13 Storari, 2 Kroldrup, 23 Pasqual, 22 Kuzmanovic, 24 Santana, 29 Pazzini, 9 Osvaldo) All. Prandelli.
ATALANTA (4-5-1): 31 Coppola; 8 Garics, 26 Pellegrino 16 Rivalta, 6 Bellini; 79 Ferreira Pinto, 15 De Ascentis, 17 Guarente, 22 Padoin, 11 Cerci; 33 Floccari (1 Consigli, 27 Capelli, 28 Bonaventura, 46 Cerea, 32 Vieri, 34 Defendi, 89 Marconi).  All. Del Neri
Arbitro: Damato di Barletta.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.