BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Expo, Cattaneo: “Condivisa la necessità di accelerare i tempi”

Si è riunito oggi nell'Urbe il comitato di pianificazione dell'Expo 2015 milanese. "Servono procedure più snelle". Si insisterà sul turismo estero, pesa lo spettro di Saragozza 2008

Più informazioni su

Individuare gli strumenti per accelerare i tempi della realizzazione delle opere e reperire i finanziamenti necessari. E’ quanto emerso dalla riunione del consiglio direttivo del comitato di pianificazione dell’Expo, che si è svolta oggi a Roma a Palazzo Chigi, alla quale ha partecipato l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo, su delega del presidente Roberto Formigoni. Al tavolo erano presenti anche il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta, il ministro delle Infrastrutture, Altero Matteoli, il sottosegretario Roberto Castelli, il ministro della Difesa Ignazio La Russa, il sindaco di Milano e commissario per l’Expo Letizia Moratti e rappresentanti della Provincia di Milano, di Fiera Milano e della Camera di Commercio.

"Durante la riunione – ha riferito Cattaneo – abbiamo ribadito l’importanza e urgenza di reperire i fondi necessari alla realizzazione delle opere infrastrutturali condivise che sono state elencate nelle varie tabelle di priorità, comprese quelle non inserite nel dossier di candidatura. Abbiamo anche sottolineato la necessità di individuare procedure più snelle che possano permettere di contenere i tempi".
Tra gli altri argomenti, sono state riconfermati gli importi relativi alle 17 opere "connesse" incluse nel dossier di candidatura. Il costo complessivo è di 11,718 miliardi. La cifra ancora da reperire è di 2,769 miliardi. La somma a carico dello Stato è di 1,889 miliardi, a cui vanno aggiunti 415 milioni per il completamento del Sistema Pedemontano Lombardo.

Durante la riunione sono state esaminate anche le raccomandazioni date dal Comitato esecutivo del BIE. Per il prossimo appuntamento del 2 dicembre è stata ribadita la necessità di completare il percorso verso la costituzione della
società di gestione e un progetto di promozione internazionale.
Un aspetto questo che il Bureau ha sottolineato particolarmente,
soprattutto per quanto riguarda la programmazione turistica, anche alla luce di quanto avvenuto a Saragozza quest’anno. Nella città spagnola c’è stato infatti un basso numero di visitatori provenienti dall’estero, che hanno pesato solo per il 3% del totale.

"Le cifre previste per la nostra edizione – ha detto ancora Cattaneo – sono diverse: ci si aspetta che il 30% dei visitatori dell’Expo del 2015 verranno dall’estero. Un impegno importante, che ci impone un alto livello di comunicazione e promozione. A questo scopo abbiamo concordato di convocare, subito dopo la riunione del 2 dicembre, tutti gli ambasciatori dei paesi partecipanti e di coinvolgere il ministro per il Commercio Estero e il sottosegretario al Turismo".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.