BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Decine di bancomat clonati, romeno arrestato

Un romeno di 34 anni ?? stato arrestato dai carabinieri a Presezzo. Nei giorni scorsi, i direttori di alcune filiali avevano segnalato il ritrovamento di alcune carte magnetiche, ritirate dagli sportelli bancomat e contraffatte: il romeno aveva con s?? 31 carte-clone e i dati per clonarne altre 200.

Più informazioni su

Ha fatto scattare indagini e accertamenti ad ampio raggio l’arresto di V. C., romeno di 34 anni, bloccato dai carabinieri a Presezzo il 6 novembre e accusato di truffa tramite l’utilizzo di carte di credito e carte bancomat clonate. L’uomo stava tentando l’ennesimo prelievo illecito all’Intesa San Paolo di via Vittorio Veneto e aveva in tasca un mazzo di 31 carte magnetiche sulle quali erano stati caricati i dati di bancomat veri. All’interno dello sportello di fronte al quale è stato arrestato il direttore della banca, di fronte ai carabinieri, ha trovato altre 19 carte che erano state trattenute e quindi già utilizzate per altri prelievi.
Ora i militari cercheranno di accertare diversi aspetti, ad esempio quale sia l’ammontare del giro di truffa messo in atto dal romeno e soprattutto quali possono essere stati i negozianti, o i commessi di esercizi di vendita, che hanno aiutato il malvivente. L’uomo caricava infatti su semplici tessere magnetiche i dati di carte bancomat che erano sicuramente stati carpiti tramite le "strisciate" per il pagamento in alcuni punti vendita, ancora da capire se della zona. E oltre alle 50 schede ritrovate ieri V. C. era anche in possesso di una chiave usb che conteneva i dati e le informazioni digitali per clonare almeno 200 bancomat. Aveva addosso anche poche centinaia di euro, ma il giro delle sue truffe dovrebbe aggirarsi almeno attorno ai 5 mila euro (cifra ancora da accertare). Resta poi da capire chi possano essere i complici di V. C., dato che durante l’arresto al bancomat i militari hanno notato un uomo allontanarsi dalla zona in tutta fretta.
Le prime indagini per arrivare all’arresto erano scattate in settimana dopo le segnalazioni dei direttori di alcuni istituti di credito ai carabinieri di Terno d’Isola. Diversi sportelli bancomat avevano infatti trattenuto molte carte contraffatte. E i militari hanno potuto subito constatare che si trattava in tutti i casi di banche senza sistema di videosorveglianza. Dopo un paio di giorni d’appostamento a Presezzo è comparso V. C., subito arrestato.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.