BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Area ex Riuniti, il Comune ascolti i cittadini”

Il Comitato del quartiere di S. Lucia ha scritto una lettera aperta al primo cittadino per chiedere che prima che si metta una parola definitiva sul progetto di riconversione della zona oggi occupata dall'ospedale l'Amministrazione senta il parere dei residenti che si riuniranno in assemblea mercoledì 12 novembre.

Più informazioni su

Questo è il testo di una lettera aperta inviata al sindaco di Bergamo Roberto Bruni da Comitato del quartiere S. Lucia.

Egregio Signor Sindaco,

nella lettera inviataLe in data 12 giugno u.s., Le avevamo chiaramente esplicitato la nostra richiesta che, prima di operare qualsiasi scelta in merito alle numerose trasformazioni urbanistiche in programma nel nostro quartiere, venisse fatta “una seria e documentata valutazione d’insieme, un piano dei servizi adeguato, un disegno del ‘nuovo quartiere Santa Lucia’” prendendo in considerazione le istanze che in veste di Comitato ritenevamo di poter sottoporre all’attenzione dell’Amministrazione. 
Inaspettatamente e senza l’auspicato dialogo di cui Lei ci aveva assicurato essere deciso sostenitore, da fonti di stampa abbiamo appreso che in data 30 ottobre u.s. Lei ha firmato il protocollo d’intesa tra Azienda Ospedaliera, Università e Comune. L’iter della valorizzazione dell’area Ospedali Riuniti sembra quindi proseguire il suo corso mentre non ci risulta che sia stata fatta una seria valutazione delle esigenze dei cittadini di cui siamo rappresentanti
Ci domandiamo a questo punto quale sia l’atteggiamento del Comune in merito alle scelte che si realizzeranno sul proprio territorio e cioè se intende essere attore e protagonista di tali scelte insieme ai cittadini o se intende assistere passivamente a ciò che verrà deciso da soggetti che dalle problematiche del territorio della città di Bergamo sono sicuramente molto lontani.
Crediamo che una risposta precisa ci sia dovuta perché riteniamo di essere sin qui stati interlocutori democratici e rispettosi, meritandoci analoghi atteggiamenti da parte di codesta Amministrazione. 
Per quanto riguarda poi il previsto intervento sull’area ex-Enel, la mancanza di informazioni è ancora più marcata. Anche qui avevamo espresso nell’incontro con l’Assessore un certo disappunto per la scelta di privilegiare ancora una volta interventi che – in deroga alle previsioni di PRG – spingono verso l’utilizzo della massima cubatura possibile senza alcuna valutazione preventiva sulle gravi ripercussioni in termini di viabilità e vivibilità del quartiere e senza alcuna restituzione al quartiere medesimo di servizi assolutamente necessari. 
Forse avete ritenuto di aver accolto le nostre richieste di servizi riservandoci la possibilità di utilizzare una palestra nella zona sud dell’area ospedaliera, struttura difficilmente praticabile per coloro che ne hanno una esigenza estrema (Scuola Media S. Lucia). Ma, purtroppo, dobbiamo prendere atto del fatto che non è stato compreso lo spirito con cui questo gruppo di cittadini volenterosi sta cercando di operare. E’ vero, la nostra ambizione è quella di una urbanistica condivisa con chi vive sul territorio ma sembra che ciò non rientri nei programmi di codesta Amministrazione
Nel frattempo, in data 12 novembre 2008 è stata fissata un’Assemblea pubblica presso la Circoscrizione n. 2, con all’ordine del giorno proprio le trasformazioni in corso e in programma sul territorio del quartiere di S. Lucia.
Riteniamo opportuno che l’Amministrazione da Lei rappresentata dia ai cittadini, prima che sia troppo tardi, un segnale forte di apertura al dialogo
Le chiediamo quindi di astenersi dal firmare qualsiasi documento decisivo per le sorti della aree in oggetto sino all’esito dell’Assemblea pubblica del 12 novembre p.v., prestando ascolto ai dubbi, alle perplessità e alle esigenze dei suoi concittadini.
Certi di una Sua adesione alla richiesta della cittadinanza rappresentata dal nostro Comitato ed in attesa di un Suo gentile riscontro, porgiamo i nostri distinti saluti.

 
Per il Comitato Santa Lucia
 
Il Presidente
Federico Cristini

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da marefil

    La presa in giro nei confronti di S. Lucia mi spiace per il territorio cittadino e per l’equilibrio dimostrato dal Comitato specie con quest’ultima lettera, ma non è una novità: promesse di marinaio, dialogo fra sordi e fiumi di parole a stordire l’interlocutore hanno caratterizzato, soprattutto in materia urbanistica, gli attuali amministratori che su due bocconcini prelibati, aree ex Riuniti ed ex Enel, non potevano certo smentirsi.
    Non possiamo tacere, fiato alle trombe per il 12 novembre!

  2. Scritto da c.b.

    Hanno ragione i residenti! Sono stati presi in giro da sindaco e assessore. I costruttori privati non vedono l’ora di poter mettere le mani sulla più bella area pubblica della nostra città.

  3. Scritto da c.r.

    Tutti sappiamo che dove ci sono interessi economici forti, la voce del singolo non conta nulla.
    Un po’ diverso quando i singoli si riuniscono e si organizzano. I 17 piani delle famose torri sono ora 10.
    La Circoscrizione 2 organizza un’assemblea per il 12 novembre, ci saranno Sindaco e Assessore e si parlera’ di aree in trasformazione.
    Possiamo andare a farci prendere in giro per l’ennesima volta, oppure a far valere le nostre ragioni con tutto il nostro fiato.
    Io ci saro’, voi che farete?

  4. Scritto da Alì Oco de Madrigal

    Sbagli, iva, la mia gioia è di quelle durature, proprio perchè non si basa sull’ascesa di una fazione piuttosto che dell’altra. Ti dirò, anzi che “francamente me ne infischio”di chiunque si arrabatti per fare carriera in politica: sono un hidalgo e vivo di rendita. Abito in Santa Lucia, ci sto benone e so benissimo che nessuna proposta fatta qui o in altre sedi non istituzionali conterà mai una beata cippa apud potentes. Ma questo non ti importa, evidentemente: quanto ci piace chiacchierare….

  5. Scritto da luisa

    è troppo facile commentare e scherzare con un nome falso e x di più straniero. le cose vanno male x la gente come voi. vi auguro di vivere tutta la vostra vita nel quartiere S: Lucia sommersi dal cemento. vergognati.

  6. Scritto da Paolo

    Chissa come mai per l’area “REGGIANI” il Sig.Sindaco e la giunta hnno promosso un incontro con gli abitanti della zona mentre con quelli del Quartiere di S.Lucia questo non viene fatto? Ci sarà sotto qualcosina di strano?Mah!

  7. Scritto da Alì Oco de Madrigal

    Si vede che al Monterosso sono più simpatici, oppure il fatto che io abiti a Santa Lucia porta sfiga….Comunque, il giorno che un’amministrazione pubblica terrà conto delle assemblee di cittadini per decidere il da farsi, vado a piedi ad Oslo!

  8. Scritto da Franziska

    Va bene scherzare su queste cose, ma non troppo…le scelte sconsiderate avranno ripercussioni a dir poco drammatiche sulla qualità di vita di tutti. Un pensiero di solidarietà ai lavoratori della (ex) Reggiani che perderanno il posto: ancor prima che ricevessero la lettera di lincenziamento, avevano già preparto un del progettino di colate di mc di cemento…complimenti per la tempistica!

  9. Scritto da ol Giopì castigamacc

    Come dice bene il grande Jean Nouvel, i principali avversari della buona urbanistica sono i comitati di quartiere; ma tant’è, a S.Lucia dovrebbero fare i salti di gioia per la partenza dell’Ospedale.Quanto al nuovo quartiere residenziale-universitario che verrà, si chieda solo che si faccia una progettazione di alto livello e si tenga conto degli interessi genarali della città e non solo di qualche residente.

  10. Scritto da iva

    Visto che si parla di proposte qualcuno vorrebbe avanzarne qualcuna o lo spazio di bergamonews è solo dedicato alle fazioni?

  11. Scritto da Alì Oco de Madrigal

    Ma no, iva, che dici? Lo spazio di Bgnews è stato pensato per contenere, in 500 battute, un abstract completo delle possibilità di sfruttamento urbanistico di aree ex ospedaliere. A ognuno il suo mestiere, direbbe Carlin Porta: peccato che chi fa il suo mestiere, a Bergamo come altrove, si trovi tra i piedi politici corrotti, imprenditori senza scrupoli, lobbies assortite, che lo tirano per la giacchetta. E i cittadini han voglia a fare assemblee…io, intanto, salto di gioia ancora un po’!

  12. Scritto da iva

    Infatti Bergamonews si puo’ utilizzare al meglio, magari mettendo nero su bianco proposte, contributi, che a quel punto non possono più essere eluse da nessuno.
    Le fazioni invece potrebbe far saltare di gioia qualcuno ma solo per un po’ .