BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Raddoppiano i sequestri di hashish “Coca difficile da scovare”

Sequestri di cocaina in calo rispetto al 2006. Crescita esponenziale per il cosiddetto ???fumo???, da 1500 chili individuati nel 2005 a quasi 3 mila solo nei primi nove mesi del 2008. Le parole di un investigatore: usano l???hashish come ???ariete???, per aprirsi dei canali di distribuzione da utilizzare poi con la cocaina. E??? un traffico sempre pi?? redditizio e prudente.

Più informazioni su

E’ la “polvere” che ha conquistato in modo quasi esclusivo il mercato delle droghe pesanti e anche per questo, forse, chi la traffica si fa sempre più furbo, studia ogni piano possibile pur di non farsi arrestare o farsi bruciare un carico. La cocaina è l’oro della criminalità organizzata e i dati sui sequestri di stupefacenti in Bergamasca, resi pubblici dal ministero dell’Interno, dimostrano come sia sempre più arduo stroncarne il traffico. A differenza di quanto avviene per l’hashish, i cui sequestri sono tornati a crescere in modo esponenziale.
Ma partiamo dalla cocaina, la droga che intacca migliaia di giovani e giovanissimi, lo stupefacente che secondo l’Osservatorio europeo è stato provato almeno una volta dal 22,1 % dei ragazzi del vecchio continente tra i 15 e i 16 anni. Più di un minorenne su cinque ha già sniffato. Secondo i dati del ministero dell’Interno sul territorio di Bergamo e provincia i chili di coca sequestrati nel 2005 sono stati una ventina, saliti a 43 nel 2006 e poi tornati a 35 nel 2007 e 25 nei primi 9 mesi del 2008 (in linea con l’anno precedente).
Storia ben diversa per quanto riguarda l’hashish: 1500 chilogrammi circa sequestrati nel 2005, poi una quasi scomparsa, con 191 nel 2006, 101 nel 2007 e infine il boom dell’anno in corso: 2860 chilogrammi finiti nel mirino di carabinieri, polizia e guardia di finanza. Una crescita vertiginosa che il rispecchia la posizione di vertice dei derivati della cannabis tra le droghe consumate o “provate almeno una volta”.
E’ un divario, quello tra hashish e coca, che in qualche modo si spiega, e lo facciamo attraverso le parole di un investigatore (forze dell’ordine) operativo a Bergamo: “Il ministero in quelle statistiche mette in un unico insieme le denunce per detentori e spacciatori di stupefacenti, senza distinguere tra spacciatori di hashish e spacciatori di cocaina. In realtà, a fronte di una crescita del sequestro di quantitativi di hashish, c’è comunque un aumento degli arresti effettuati per traffico di cocaina. Ma al di là di questo il fenomeno che stiamo riscontrando è che l’hashish viene usato sempre più come “un’ariete”, per aprire dei canali e sondare il terreno per l’arrivo della polvere bianca. Farsi bruciare dagli inquirenti un carico di hashish, anche decine di chili, è un gioco che vale la candela. Dietro le quinte c’è la coca che segue altri percorsi di viaggio dai paesi di produzione fino a quelli di vendita, e poi arriva al consumatore. Se l’hashish viaggia ancora di Paese in Paese anche sulle auto di alcuni corrieri, la coca passa da container, navi e grossi tir. Non è un caso che sul territorio delle province attorno a Milano aumentino i sequestri di hashish, mentre proprio in grandi centri come il capoluogo lombardo, crocevia di mercato da sempre, i sequestri di grandi carichi di coca siano di più. Da Milano, poi, la coca arriva là dove l’hashish ha già sondato il terreno di possibili acquirenti. Anche perché, sempre più spesso, il giovanissimo consumatore di cannabis è pronto a fare il salto verso la sniffata. Purtroppo”.
Gli altri numeri dicono che il totale dei sequestri per droga, in termini quantitativi, è quasi raddoppiato tra il 2005 e il 2008: da 1600 chilogrammi a 2630, con una nuova impennata per l’eropina, da meno di un chilo nel 2005 a 45 chili sequestrati nel 2008. I denunciati, arrestati o a piede libero, per detenzione e spaccio di stupefacenti, sono stati 385 nel 2005, 502 nel 2006, 465 nel 2007 e 449 nei primi 9 mesi del 2008. Pochi, fortunatamente, i minori-spacciatori: 14 denunciati nel 2005, 9 nel 2006, 10 nel 2007 e 8 nel 2008 (sempre fino a settembre).Quasi insignificanti i sequestri di altre sostanze come ecstasy, lsd o marijuana.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da iva

    10, peggio per lei. Col proibizionismo si finisce con le sole autoreferenzialità.

  2. Scritto da Giuseppe

    Caro Morlacchi che tu ci creda o no mi è indifferente, comunque io sono uno che fa e lo fa così bene che non ha bisogno di surrogati (leggasi droga ed alcool) per il proprio piacere personale!!!!!

  3. Scritto da Morlacchi

    Giuseppe, chi parla non fa figuriamoci chi scrive.

  4. Scritto da iva

    Stiamo parlando della droga verso la quale i parlamentari, la maggior parte, si rifiutano di sottoporsi a controlli: la cocaina..Sarà per questo che si è legiferato molto poco sul tema e quando si è fatto si pè fatto male?
    Perchè, invece, sulle droghe leggere non vigono le stesse norme che sull’alcool?

  5. Scritto da apriamo gli occhi

    si parte dalla notizia di ieri di una manifestazione pacifica, divertente, riguardante persone normali come i vostri/nostri figli e i vostri/nostri colleghi, tutti consumatori consapevoli, che lo vogliate accettare o no, di droghe leggere ..
    e il giorno dopo, a questa notizia ne associamo un’altra, che implica problematiche lontane da quelle di ieri, con una bella foto di un cocainomane con sotto tre strisce di cocaina…
    facciamo un giornalismo responsabile e intelligente, vi prego..

  6. Scritto da roby

    Sì, proprio vero, bisogna aprire gli occhi. Per vedere che dal gioco, magari anche consapevole, molti sono finiti a mettere a rischio la loro vita. Sì apriamo gli occhi e, soprattutto, facciamo funzionare il cervello.

  7. Scritto da padre di famiglia

    sono la confusione e la disinformazione che danneggiano i giovani.
    continuiamo a mettere sullo stesso piano tutte le droghe,e un giovane proverà l’una e l’altra indistintamente rimanendoci dentro.
    fa comodo ad uno spacciatore avere hashish in una tasca e cocaina nell’altra,più remunerativa e che crea dipendenza.. se spiegassimo le differenze saprebbero tutti meglio cosa evitare.
    ma figurati se chi fa le leggi,si priva di una sostanza tanto allettante come la cocaina..
    education is the key

  8. Scritto da Giuseppe

    Ma ci vuole così tanto ad inasprire le pene per gli spacciatori (minimo 20 anni di carcere da fare tutti anche per il più piccolo dei pusher ed ergastolo ai grandi trafficanti) ed a obbligare tutti i consumatori a ricoverarsi, beninteso a proprie spese per non gravare sui contribuenti sani, in una struttura sanitaria di disintossicazione?????

  9. Scritto da iva

    Forse al 5 conviene rileggere il 2 il 3 e il 4, l’1 potrebbe fare perdere ulteriori bonus.
    L’intossicazione più subdola è quella del ‘brain wash’ proibizionista, pare.

  10. Scritto da tamtam

    è vero, l’informazione è alla base di tutto, anche la distinzione tra droghe leggere e droghe pesanti che portano alla dipendenza.
    e che dire del cerotto tossicologico durante i controlli stradali…. lo fanno a tutti??????

  11. Scritto da Giuseppe

    Cara Iva non serve che rilegga i commenti precedenti, il mio pensiero nei confronti della droga è quello e quello rimane!!!!!

  12. Scritto da iva

    La voluto lei: qual’è la sua droga sentiamo? Anzi no, non lo ripeta l’hanno già capito tutti, purtroppo per lei nei precedenti suoi commenti.
    2, 3, 4, 7 da rileggere, se non lo fa peggio per lei.

  13. Scritto da Giuseppe

    Per Iva, la mia droga, se proprio vuoi saperlo, è la gnocca, non esiste niente di più sano e meraviglioso al mondo, altro che i paradisi artificiali delle vostre droghe!!!!!