BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La giunta regionale vara la manovra da 25 miliardi

Il governatore Formigoni ha illustrato il bilancio di previsione per il 2009. Il 74% sarà destinato alla sanità. Non sono previsti amenti delle tasse

Più informazioni su

La Giunta regionale della Lombardia ha varato una manovra economico-finanziaria "a prova di crisi" da 25 miliardi per il 2009.

«Confermiamo gli impegni per gli investimenti, non aumentiamo di un solo euro nessuna tassa. Mettiamo in campo specifiche misure per il sostegno al credito delle piccole e medie imprese. E prevediamo di proseguire lo sconto benzina nelle aree di confine, se il Governo introduce il meccanismo idoneo che abbiamo proposto». Così il presidente della Regione, Roberto Formigoni, ha presentato  il pacchetto dei provvedimenti – Finanziaria
e bilancio di previsione – che ora possono iniziare l’iter in
Consiglio regionale.

La Giunta regionale ha dunque varato un bilancio di previsione
2009 da 25 miliardi di euro, 16 dei quali (pari al 74,3%)
destinati al Servizio sanitario regionale per il quale è
prevista la continuazione, a livello di sistema, del pareggio
economico-finanziario, senza intaccare, anzi, migliorando i
servizi. Da rilevare – come ha fatto Colozzi – che ben 3.500
milioni (il 15% delle entrate) sono destinati al Fondo di
solidarietà interregionale (al quale la Lombardia contribuisce
per più del 50%).
Il bilancio si inquadra in una manovra triennale (2009-2011) da
67 miliardi di euro di risorse regionali destinate alla
realizzazione delle politiche e degli obiettivi previsti dal
DPEFR (Documento di Programmazione Economica Finanziaria), i cui ambiti principali sono: persona, capitale umano e patrimonio
culturale; competitività; sanità, famiglia e casa;  
ambiente, territorio e infrastrutture; sicurezza.

Il rispetto del Patto di Stabilità è un altro degli elementi
fondamentali nell’impostazione della manovra finanziaria
regionale.
Tutto ciò senza aumentare le tasse: Regione Lombardia ha scelto
di non usufruire degli ulteriori margini fiscali disponibili per
aumentare il proprio gettito. Ad esempio non reintroduce
l’addizionale regionale sul gas metano (a differenza di altre
Regioni), mentre riconferma la riduzione dell’addizionale
regionale all’Irpef dello 0,3% per i redditi fino a 15.493,71
euro introdotta nel 2008 (l’aliquota minima passa dall’1,2% del
2007 allo 0,9% nel 2008 e nel 2009).

La manovra conferma anche la carta sconto benzina nelle aree di confine con la Svizzera, condizionata alla accettazione da parte del Governo dei meccanismi di sostenibilità proposti dalla Regione.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.