BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il raduno di Facebook no, i corsi antiproibizionisti sì: perchè?

L'amministrazione comunale di Bergamo ha bloccato la serata che il popolo della rete voleva organizzare alla fara per sabato prossimo. Ma finora non ha detto nulla sulle iniziative di promozione della marijuana programmate dal Centro sociale in uno stabile pubblico.

Più informazioni su

Nelle stesse ore in cui l’Amministrazione comunale di Bergamo alzava la paletta rossa contro chi, mobilitando il popolo di Facebook, voleva organizzare una serata di evasione e divertimento alla Fara (con l’incauta e ingenua evocazione dell’alcol che subito ha fatto drizzare le antenne ai benpensanti), sulla rete i baldi giovanotti del famigerato Centro Sociale Pacì Paciana (peraltro inquilini di Palazzo Frizzoni) promuovevano una serie di iniziative in programma sabato nello stabile di via Grumello. Corsi di grande spessore culturale come quello dedicato alla cucina di torte e biscotti con quell’erbetta che rende euforici chiamata marijuana. O come quell’altro, dal titolo "Accendi l’ingegno", che mira ad insegnare come si diventa un provetto coltivatore antiproibizionista. Iniziative chiaramente provocatorie che vengono agitate come risposta a chi invoca sicurezza e legalità.
Ma su queste, a differenza di quanto fatto con il popolo di Facebook (di cui fa parte anche l’assessore alla Sicurezza Dario Guerini, oltre ad una foltissima schiera di politici e gente perbene, quindi non ubriaconi incalliti), il Comune di Bergamo finora non risulta abbia preso posizione. E tantomeno minacciato, come è avvenuto nell’altro caso, di schierare le truppe della Polizia Locale. Semplice disattenzione? O c’è una sottile forma di complicità?
Certo è che una Giunta che vuole far passare il messaggio di attenzione alla sicurezza e alla legalità non può consentire che in uno stabile pubblico, cioè di tutti i cittadini, si propagandino pratiche antiproibizioniste.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da wka

    per luca.Appunto!!!centrodx e centrosx dove sta la differenza?

  2. Scritto da Luca

    wka, si vede che sei informato bene…esiste una convenzione per il pacì paciana sottoscritta dalla giunta veneziani nel 2001 (centro destra al governo della città) per la concessione dello stabile di via grumello, dove le bollette vengono pagate regolarmente così come anche un canone di affitto…
    Tutti bravi a dare contro al pacì paciana, secondo questa gente i giovani dovrebbero tutti andare in discoteca a prendersi cocaina e pastiglie…di marjuana non è mai morto nessuno…mentre Kristel?

  3. Scritto da Lanfra

    Bergamo tristezza
    Bergamo anziana
    Bergamo senza valori
    I giovani voglio spazzi per divertirsi senza fare del male a nessuno….
    Basta destra o sinistra voglio solo divertirmi dopo una lunga settimana di lavoro….
    Ma mi sa che bisogna cambiare città…..
    Scusami se me ne vado…..non è colpa della tua bellezza
    ma semplicemente di chi ti gestisce…..
    Contro chi opprime la libertà di pensiero….

  4. Scritto da wka

    ho notato nei commenti scritti in questo ed in altri articoli che le persone facenti parte di una determinata parte politica quando non sa piu come controbbare ad altri commenti si rifugia nella parola “querela” e poi leggo di una persona che si definisce “un buon padre di famiglia” che se essere buon padre,educando magari il proprio figlio a non rispettare le altre opinioni (vedi FN ed i preti)non è,secondo me,un buon insegnamento.

  5. Scritto da wka

    in italia essere fascisti non è reato,semmai è reato la ricostruzione del partito fascista (e su questo purtroppo non posso esprimere la mia opinione)mentre se non mi sbaglio è ancora reato occupare uno stabile ed utilizzare luce e acqua abusivamente,non pagare le tasse dell immobile,ed ancora alla fara hanno fatto anche concerti e manifestazioni perchè alcune cosi si ed altre no?forse perche chi comanda fa distinzione fra dx e sx?ma questo non è una forma di razzismo?.

  6. Scritto da Pol.sco.

    Essere fascisti non è reato. E’ vietata solo la ricostituzione del partito fascista.
    Nemmeno Almirante ha voluto rifondare l partito fascista, figuriamoci i giovani di oggi.
    Se qualcuno commette reato interviene la magistratura, stia tranquillo “un padre di famiglia”
    Reato, invece, è impedire alle formazioni di destra di esprimere il proprio pensiero e di scendere in piazza come fanno tutti i giorni le formazioni che si richiamano al comunismo, che han fatto mille volte più vittime del fascio

  7. Scritto da Pol.sco.

    E tutto ciò lo dico da antifascista, che non si è perso un 25 aprile dal 1976 e che ne ha prese un sacco dai fascisti ai tempi della scuola, visto ch’ero l’unico rosso del Collegio Sant’Alessandro nella seconda metà degli anni ’70.

  8. Scritto da FN BERGAMO

    Onore a te Pol.sco!
    Ritengo che questo sia l’atteggiamento giusto e costruttivo da tenere per smetterla di picchiarsi tra ragazzi di 20 anni.
    Peronalmente ho 19 anni… sono nato nel 1989… se parlodi fascismo, e capita raramente, lo faccio dal punto di vista storico.
    Analizzando luci e ombre di 20 anni di storia italiana.
    Politicamente, però del fascismo me ne frega meno di niente.
    Da ragazzo che vive nel 2008 io credo e lotto per il pensiero forzanovista, non per Benito Mussolini.

  9. Scritto da FN BERGAMO

    Quello che chiediamo è di poter portare in Piazza la nostra idea. Senza rischiare di trovarci a fare a pugni ogni volta o di dover tornare a casa a gruppi per paura di chi ci aspetta sotto casa.
    Ritengo che, in uno Stato democratico, questo sia il minimo garantito a chi fa politica

  10. Scritto da un padre di famiglia

    “Da buon padre di famiglia forse è ora che capisci che il fascismo è morto il 25 aprile 1945”.
    Beata gioventù… ehm ehm… volevo dire… beata innocenza!!
    Cmq non volevo sollevare polemiche che non hanno niente a che vedere con l’articolo… io volevo solo dire che il problema di Bergamo sono i preti… tutto lì!!
    PS: è la mia opinione…

  11. Scritto da FN BERGAMO

    Il fatto che tu sia più grande di me non è un indice per dire che sei anche più maturo.
    Ho fatto un’affermazione e tu mi rispondi con beata innocenza?
    Spiegati almeno! Motiva perchè quello che ho dteto non è vero…
    Perchè se il fascismo non è morto il 25 aprile 1945, allora non è morto neanche l’antifascismo…
    Ammetti però che legittimi la logica degli opposti estremismi.
    E tale modo di ragionare ha già portato troppi morti negli anni settanta e non mi pare proprio il caso di riproporla

  12. Scritto da un padre di famiglia

    ufff, sei più noioso dei comunisti!!

  13. Scritto da FN BERGAMO

    Sarò noioso ma almeno rieso a risponderti… io…
    Comunque hai ragione si sta andando off topic

  14. Scritto da Un padre di famiglia

    Il problema di Bergamo sono i preti, non il pacì paciana… il raduno facebook era troppo vicino al seminario e i preti a Bergamo non vogliono essere disturbati. Il Pacì invece è a distanza di sicurezza (dai preti).
    Un’altra cosa… quelli che si riempiono la bocca con la parola legalità perchè non dicono a FN BERGAMO che in Italia essere fascisti è reato?

  15. Scritto da FN BERGAMO

    Vedi Forza Nuova è nata il 29 settembre 1997…
    Certa stampa non fa altro che buttarci falsità contro…
    Subiamo centiania di denunce ogni anno per le leggi liberticide Scelba e Mancino…
    Ogni volta che denunciamo la stampa per diffamazione vinciamo.
    Ogni volta che andiamo in processo per Scelba e Mancino vinciamo.
    Da buon padre di famiglia forse è ora che capisci che il fascismo è morto il 25 aprile 1945.

  16. Scritto da Pol.sco.

    Pubblicizzare l’uso di droghe leggere è reato: rileggetevi la legge n.309 del 1990
    Le iniziative che non si limitino al solo dibattito su una legislazione alternativa sono punite penalmente con la galera ed il luogo offerto per tali iniziative deve essere chiuso al pubblico
    Non è reato dichiarare chi frequenta un determinato luogo pubblico
    Tutti conoscono le mie generalità, nonchè vita, opere e miracoli

  17. Scritto da Pol.sco.

    Non ho commesso nessun reato: difficile querelare in questo caso

  18. Scritto da isaia ferrari

    dato che ti piacciono le citazioni perchè non ci dici come ti chiami anche tu? grazie

  19. Scritto da ilsolito

    accosti nomi e cognomi a fatti e situazioni slegati.
    essere frequentatori non vuol dire fare parte del centro sociale.
    questo accostamento potrebbe non fare piacere e dare loro problemi.

  20. Scritto da Bun da Informa!

    Essere anti proibizionista fino a prova contraria non è reato, impedire una manifestazione come questa sarebbe una censura.
    il raduno di facebook purtroppo è stato pensato in una zona che non è adibita a tali manifestazioni, perciò il paragone trale 2 feste non regge.
    I biscotti alla canapa non contengono la sostanza ma sono solamente aromatizzati.Potete trovare benissimo anche nei supermercati prodotti come quelli ( vedi birra alla canapa)…

  21. Scritto da mi don't like chatty chatty mouth

    Inoltre invito le persone che si sono permesse di fare nomi e cognomi, a non farlo mai più. Innanzitutto prchè le persone citate non c’entrano assolutamente nulla con l’organizzazione della festa , in secondo luogo non esistono vere ragioni per mettere in dubbio la loro professionalità.

  22. Scritto da FN BERGAMO

    decisione assurda ma in piena coerenza con la linea della giunta comunale.
    per festeggiare bisogna essere drogati e comunisti, se no a Bergamo non puoi.
    invece di finanziare e promuovere le iniziative di quei cosi… creiamo uno spazio giovanile che sia di tutti ed organizzi iniziative eticamente condivisibili.
    CHIUDIAMO IL PACI’ PACIANA

  23. Scritto da Il Bergamotto

    La giunta, ipersensibile ai temi del sociale, si è mobilitata contro la manifestazione alcolica per non offendere gli islamici. E la marijuana la promuove per non mandare in rovina i poveri coltivatori del centro America.

  24. Scritto da anna s.

    I soliti due pesi e due misure. Lo sanno tutti che al Pacì Paciana ci sono figli e parenti di esponenti della maggioranza del Comune. Ecco perchè a quei giovinistra è tutto consentito. Bella roba!!!!

  25. Scritto da ilsolito

    quacuno può citare nomi e cognomi?

  26. Scritto da informatosuifatti

    pare che l’iniziativa ci città alta sia slittata per non sovrapporre i due eventi. Indiscrezioni e voci di corridoio dicono che molta gente avrebbe boicottato l’iniziativa in fara per recarsi al centro sociale…

  27. Scritto da Giuseppe

    W il sesso al diavolo alcool e droghe!!!!!

  28. Scritto da Paolo

    veramente il corsivo piu’ ridicolo che ho letto qui (e c’è una bella scelta..)

  29. Scritto da Pol.sco.

    Il figlio di Corrà (S.d.)e di Baraldi(F.I.), quest’ultimo sposato con la figlia della Cattaneo (Pd)

  30. Scritto da Pol.sco.

    In realtà la Giunta di centrosnistra vede bene la cosa
    Da un lato i pacìpaciani sono intoccabili perchè difesi da Morgano (Prc) e Bertoli (Verdi), oltre che da alcuni illustri genitori
    Inoltre più i pacìpaciani fumano, più s’assopiscono e meno rompono i cosiddetti

  31. Scritto da Il Bergamotto

    La realtà è che la giunta di centrosinistra, conformemente alle mode dell’elettorato più giovane, preferisce le canne (e derivati) all’alcool. Nessuna sorpresa.

  32. Scritto da ilsolito

    le tue informazioni sono vecchie polsco
    bene, corrà e baraldi ora sanno chi querelare.
    grazie