BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bad Girls e il ritorno di James Bond al cinema

Le uscite al cinema da venerdì 7 novembre

Più informazioni su

007, l’agente segreto più famoso e amato del mondo, ritorna con una nuova avventura: Quantum of Solace arriverà nei cinema italiani venerdì 7 novembre. Daniel Craig interpreta per la seconda volta il ruolo di James Bond, l’affascinante spia al servizio di Sua Maestà, questa volta impegnato in una missione che lo porterà in Austria, Italia e Sudamerica, nel tentativo di sventare il complotto ordito da un uomo d’affari che intende prendere il controllo delle risorse più importanti del pianeta. Tradito da Vesper, la donna che amava, Bond deve anche cercare di tenere la sua vita privata fuori da questo nuovo incarico. Con l’aiuto di M (Judi Dench), l’agente 007 scopre che l’organizzazione che ricattava Vesper è molto più insidiosa del previsto e approda ad Haiti, all’inseguimento di un agente MI6 traditore. Qui, a causa di uno scambio di persona, Bond incontra la misteriosa Camille (Olga Kurylenko), che gli farà conoscere un uomo d’affari senza scrupoli, invischiato in faccende molto pericolose e associato ad un’organizzazione criminale che punta al rovesciamento del regime militare di un Paese latinoamericano. Mentre si avvicina sempre di più a scoprire l’identità del ricattatore di Vesper, James Bond deve districarsi in una fitta rete di omicidi e tradimenti, senza potersi fidare di nessuno: il pericolo maggiore sarà rappresentato dai terroristi, dalla CIA o dalla stessa M?L’agente segreto più conosciuto di tutti i tempi  ritorna finalmente al cinema, con un film carico di tensione, che terrà gli spettatori sulle spine sino alla fine. Da venerdì sugli schermi anche un titolo italiano: "Un gioco da ragazze". Tratto dall’omonimo romanzo di Andrea Cotti e presentato in concorso al Festival del Cinema di Roma, Un gioco da ragazze promette di far discutere già dal divieto di visione da parte dei minori di 18 anni. Classificato come un “teen noir”, rappresenta la prima esperienza nei lungometraggi per il giovane regista Matteo Rovere.

Il film ha come protagoniste tre diciassettenni, Elena, Michela e Alice, inquiete studentesse di un prestigioso liceo privato. Le ragazze si comportano come vere e proprie bad girls: ricche, viziate e annoiate, venerano come idolo Paris Hilton, tiranneggiano le compagne meno fortunate e si abbandonano ad ogni genere di trasgressione. Per loro, l’amicizia è un mezzo per ottenere potere e servirsi degli altri, manipolandoli. Un giovane professore, interpretato da Filippo Nigro, altruista e umanamente interessato ai suoi studenti verrà attirato da Elena e le sue amiche in una perfida trappola, nel tentativo di coinvolgere anche lui nei giochi architettati dal diabolico trio. Simile nella trama ad Albakiara, Un gioco da ragazze presenta però una diversa prospettiva del mondo dei giovani d’oggi, adottando il punto di vista dei ragazzi “borghesi”, appartenenti alle famiglie bene della ricca provincia toscana.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.