BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Padoin e il complesso del gambero “Dopo il Milan un passo indietro”

Il centrocampista ammette. "Dopo la grande prestazione contro i rossoneri c'?? stata un'involuzione. Forse abbiamo pagato il grande sforzo prodotto". Poi si dice pronto a tamponare l'emergenza: "Gioco meglio d'esterno, ma mi metter?? a disposizione dell'allenatore: decide lui".

Più informazioni su

“Ci mancano un po’ di punti. In queste ultime partite abbiamo sicuramente accusato la fatica di tre impegni tanto ravvicinati”. E’ laconico il commento di Simone Padoin sul periodo nero dell’Atalanta, reduce nell’ultima settimana dalle sconfitte con Milan e Torino e dal poco convincente pari interno con il Lecce.
Scendendo più in dettaglio, l’esterno di centrocampo prova a dare un’interpretazione di risultati così scadenti: “Contro il Milan abbiamo sprecato non solo occasioni da gol, ma anche energie nervose. E alla fine le abbiamo pagate a caro prezzo. A Torino non ci siamo espressi male, ma sui loro gol c’è stata qualche disattenzione di troppo. Domenica, tutto sommato, è stato invece un buon pareggio contro una diretta concorrente per la salvezza: insomma, direi che dopo la grande partita contro i rossoneri (di cui Padoin è sincero tifoso, ndr) c’è stata un’involuzione”.
La gara di domenica a Firenze, insomma, non sarebbe potuta capitare in un momento peggiore. Doni e Valdes sono fuori causa perché squalificati, Manfredini ha dovuto ammainare bandiera per l’ennesimo acciacco. Un’Atalanta incerottata: “Io stesso l’altro ieri mi sono dovuto disimpegnare da centrale, entrando al posto di Guarente, per far fronte all’emergenza. Poi Valdes, che occupava la fascia solitamente affidata a me, è stato cacciato dall’arbitro. Mi esprimo meglio da esterno, ma all’occorrenza sono pronto a mettermi dove vuole il mister. E starà a lui, che è pagato per questo, a scegliere i sostituti di Jaime e Cristiano: sono sicuro che chiunque siano non faranno rimpiangere i titolari”.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.