BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

I vigili del fuoco: “Case mal isolate, alto il rischio incendi”

"Le case vengono spesso costruite in modo affrettato e con isolamenti poco accurati - dicono dal comando provinciale dei pompieri -. Per questo gli incendi delle canne fumarie danneggiano sempre pi?? di frequente anche i tetti, creando danni non indifferenti. Abbiamo aperto un confronto con la Scuola edile di Seriate. Resta il nostro appello a tutte le famiglie a fare la manutenzione delle canne fumarie"

Più informazioni su

L’inverno si avvicina e quello dei vigili del fuoco di Bergamo non è più un semplice appello ad eseguire correttamente la manutenzione delle canne fumarie, per prevenire eventuali incendi. No, dal comando di via Codussi, quest’anno, parlano di responsabilità sempre più precise, di “case spesso costruite in modo affrettato e con isolamenti poco accurati proprio in quei punti in cui passa il fuoco, ad esempio tra la canna fumaria e l’intercapedine del tetto”. Per legge, ormai, le canne fumarie si costruiscono con un tubo d’acciaio interno, che dovrebbe renderle più sicure rispetto al passato. Almeno teoricamente. Ma capita sempre più spesso che l’incendio alla canna fumaria si trasformi in incendio che interessa tutto il tetto, rendendo magari inagibili le unità abitative o creando comunque danni non indifferenti. “Questo fenomeno – che può sembrare paradossale – interessa maggiormente le case appena costruite o ristrutturate. E il problema non è tanto il tubo d’acciaio o quanto previsto dalle nuove norme. E’ il sistema di isolamento di certi passaggi del fuoco che non funziona. Non è un caso, ad esempio, che l’incendio non si limita più alla sola canna fumaria, come accadeva una volta: l’incendio alla canna fumaria diventa puntualmente incendio del tetto. Se la canna fumaria non è ben isolata, ad esempio, e il fuoco riesce ad entrare nell’intercapedine tra le tegole del tetto e il soffitto, l’incendio diventa ben difficile da controllare”. I vigili del fuoco parlano chiaro e l’appello questa volta è duplice: “La manutenzione delle canne fumarie resta fondamentale e ci sono ancora troppe famiglie che non la fanno. A maggior ragione va fatta adesso, visto che i rincari sul gas portano le famiglie ad usare o a riscoprire il caminetto. Abbiamo già aperto un confronto, inoltre, con i costruttori edili, tramite la Scuola di Seriate. Ai costruttori indichiamo tutte le criticità riscontrate durante i nostri interventi”.
L’obiettivo è evitare le situazioni emergenziali degli altri anni: nel 2007, in alcuni periodi di massimo utilizzo dei camini, gli interventi per incendi alle canne fumarie e ai tetti sono stati anche 12 o 13 al giorno.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.