BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sarnico, il sindaco ha un sogno: il palatenda

Il Comune del Basso Sebino ha messo in cantiere molte iniziative per le giovani generazioni, in collaborazione con enti e associazioni del territorio. Ma per il nuovo anno l'Amministrazione guidata da Franco Dometti punta su un'opera pubblica di grande rilievo.

Più informazioni su

Lavora sempre più per i suoi giovani il Comune di Sarnico (nella foto a fianco il sindaco Franco Dometti), mentre già pensa, per il futuro, ad una grande opera: un palatenda.
I quattro progetti avanzati dall’amministrazione e presentati ai ragazzi delle scuole medie e superiori nello scorso aprile sono ormai in fase di sviluppo. E’ infatti partito nelle scorse settimane “Intendiamoci”,il progetto dedicato all’oratorio, che prevede la presenza di un educatore cinque giorni alla settimana per farsi carico dei problemi legati al mondo giovanile. L’obiettivo della proposta era infatti proprio quello di presentare una figura di riferimento per i ragazzi che trascorrono il loro tempo presso l’oratorio e che facesse da trade d’union tra il mondo adulto e quello giovanile. Vista l’importanza del ruolo di questa figura e riconoscendo l’oratorio come luogo informale di aggregazione per le fasce dell’età evolutiva, il Comune ha deciso di sostenere l’iniziativa affidata alla Cooperativa Arkè di Grumello del Monte anche per il 2009.
Va inoltre segnalato che l’estate 2008 ha visto un importante cambiamento per il mondo dei ragazzi: per la prima volta infatti 160 giovani hanno potuto partecipare ad un CRE unico, organizzato e proposto in maniera congiunta da Parrocchia e Comune. Un bel traguardo che ha innanzitutto esteso la durata della colonia estiva a 5 settimane e che ha visto l’unione delle forze di due importanti agenzie educative. Infatti da anni a Sarnico si proponevano in modo distinto due cre distinti, uno del Comune, l’altro dell’oratorio.
Procede a gonfie vele anche il progetto “Spiazziamoci”nato con la finalità di creare uno spazio di libera aggregazione ed espressione per i giovani di Sarnico offrendo loro la possibilità di usufruire dell’ex scuola Arti e Mestieri. Il concorso di idee aperto dal tavolo delle politiche giovanili ha infatti recentemente affidato alla cooperativa “Il cantiere” di Albino la possibilità di avviare la gestione di questo spazio per lasciare poi in un secondo momento completa libertà d’azione ai ragazzi. Attualmente la cooperativa ha aperto una fase di sondaggio per capire quali siano le esigenze e i desideri dei giovani, sulla base delle quali modellare le attività e le proposte.
I risultati di questa fase dovranno essere esposti entro fine dicembre.
E’ stato aperto un bando di concorso anche per individuare la pisco pedagogista a cui verrà affidato il progetto dedicato alla scuola, in cui questa figura professionale sarà disponibile per tre ore alla settimana con uno sportello dedicato a ragazzi e genitori. Scopo del progetto quello di fornire un’opportunità di relazione con un adulto competente, che possa dare soluzioni a problemi legati alla sfera educativa. La psico pedagogista sarà presente per tutto l’anno scolastico 2008/2009.
Ha avuto grande successo il progetto “Abitare il Lago”, partito in occasione della festa dello sport, con l’inaugurazione dei 10 kajak che il Comune ha regalato al gruppo CSI Oratorio di Sarnico, insieme alle relative attrezzature. Visto il riscontro del tutto positivo da parte dei ragazzi nei confronti di questo sport, l’idea che aleggia è quella di dare vita ad una vera e propria attività a partire dalla primavera del 2009 con l’intenzione di avvicinare i ragazzi alla risorsa del lago, ancora poco conosciuta in quanto tale.
Va inoltre ricordato che, nonostante non fosse stato preventivato, l’amministrazione ha voluto sostenere insieme alla Comunità montana un’iniziativa volta ad animare l’estate 2008 anche al Lido Nettuno. I weekend del mese di agosto sono infatti stati colorati dal gruppo “Circolo Vizioso”, formato da giovani del Basso Sebino che hanno proposto interessanti modalità di coinvolgimento: dal torneo di beach volley a mostre, da spettacoli teatrali a concerti jazz. 
Insomma un piano ricco di attività, proposte e progetti tutti avviati a favore dei giovani e per i quali l’amministrazione ha investito circa 40.000 Euro. "Il merito- ha sottolineato l’Assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione Romy Gusmini– va al grande lavoro svolto dal tavolo delle politiche giovanili che da un anno e mezzo si riunisce, con rappresentanti di tutte le agenzie educative della nostra cittadina.. Il desiderio per il futuro è quello di aiutare e stimolare i giovani a creare nuove idee, senza regalare loro pacchetti pre- costituiti". 
Ma se già questo lavoro costituisce un grande indirizzo a favore delle politiche giovanili le intenzioni per il 2009 sembrano promettere ancora meglio.
A partire dalla collaborazione sempre più stretta con l’Istituto Serafino Riva. I ragazzi dell’istituto superiore verranno proiettati sempre più nel mondo del lavoro, con progetti avviati insieme al mondo imprenditoriale locale. Gli studenti diventano quindi una risorsa umana preziosa per il territorio e il mondo imprenditoriale ma al tempo stesso sfruttano la possibilità di conoscere la realtà lavorativa da vicino, con una competenza oltre che teorica anche pratica. Ma in cantiere anche un grande spazio per la comunità con particolare riferimento ai giovani, come spiega il Sindaco di Sarnico Franco Dometti: "Non ho mai fatto mistero che questa amministrazione ha sempre considerato i giovani come la più preziosa risorsa per il nostro domani. E con questa filosofia abbiamo sempre lavorato cercando di poter offrire loro spunti, stimoli, spazi e occasioni di crescita. Adesso ci piacerebbe coronare un grande sogno, quello di poter realizzare un Palatenda. Uno spazio aggregativo aperto in cui tutti, e soprattutto i ragazzi, possano sentirsi a casa. Un contenitore polivalente in cui Sarnico possa dare spazio alle idee, alle proposte, alle tante attività dedicate allo sport, alla cultura e al tempo libero". Cosa ne pensano i giovani di tutto ciò?
Per capirlo basta usare i loro mezzi, le loro modalità di espressione. Su Facebook tanti giovani di Sarnico plaudono a quanto il paese ha fatto per loro, con foto, immagini, apprezzamenti e tanti messaggi di soddisfazione.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.