BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

In mostra la “vanità” di Gianriccardo Piccoli

Si inaugura oggi, lunedì 3 novembre alle 20,30 allo spazio ipogeo della parrocchiale San Martino di Cenate Sotto la mostra “Vanitas Vanitatum”. Si tratta dell’intervento realizzato da Gianriccardo Piccoli nell’Oratorio di San Lupo nell’ambito di “Danze Macabre 2007”

Si inaugura oggi, lunedì 3 novembre alle 20,30 allo spazio ipogeo della parrocchiale San Martino di Cenate Sotto la mostra “Vanitas Vanitatum” (Vanità delle Vanità). Si tratta dell’intervento realizzato da Gianriccardo Piccoli nell’Oratorio di San Lupo nell’ambito di “Danze Macabre 2007” che ora viene ripensato a Cenate Sotto.
Nel nuovo, scenografico allestimento le opere dell’artista – 18 episodi illustrati su carta giapponese che richiamano i temi cari al libro biblico di Qoelet, che si apre con il celebre incipit “ Vanità delle vanità, tutto è vanità” – sono esposti su una grande ruota che allude all’idea della giostra della vita che rappresenta uno dei temi più ricorrenti del libro biblico.
Come panni stesi al vento, i fragili fogli di carta giapponese sventolano dai raggi della ruota, restituendo non una semplice illustrazione del contenuto del racconto scritto ma l’interpretazione di alcuni temi salienti, quelli scelti dall’artista perché più vicini alla propria sensibilità: il paesaggio e i suoi elementi, le acque e la terra, il vento e l’aria, le ciclicità delle stagioni, il passare del tempo. Ma anche il volto del narratore (Qoelet), il simbolo della durata della vita (Mano), il simbolo del banchetto (Piacere).
Proiettato sulle pareti dell’ipogeo, un video sull’allestimento di San Lupo arricchisce la mostra di Cenate Sotto con un rimando all’allestimento precedente.
Anche in questo nuovo allestimento i temi di un testo biblico trovano dunque nuova risonanza nel lavoro di un’opera d’arte contemporanea. Ma l’interesse di questa operazione sta anche nel portare sul territorio in forma originale un’esperienza nata in città.
La mostra rimarrà aperta fino al 3 gennaio 2009, il venerdì, sabato e domenica dalle 15 alle 19.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.