BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

I sette dissidenti sfiduciano il sindaco

Ormai è rottura totale all'interno della maggioranza del sindaco Francesco Pavoncelli. I sette consiglieri dissidenti hanno infatti presentato una mozione di sfiducia. Da soli i sette non hanno i numeri per azzerare la Giunta, ma se il gruppo d'opposizione si accoderà, si rischia di andare alle elezioni di primavera sotto la guida del commissario.

Più informazioni su

Ormai è rottura totale all’interno della maggioranza del sindaco Francesco Pavoncelli a Martinengo. I sette consiglieri dissidenti hanno infatti presentato una mozione di sfiducia. Da soli, i sette, non hanno i numeri per azzerare la Giunta, ma, se il gruppo d’opposizione si accoderà, il rischio per Martinengo è di andare alle elezioni della prossima primavera sotto la guida del commissario prefettizio.
E pare proprio che la minoranza intenda appoggiare la mozione di sfiducia. Lo annuncia Fabrizio Plebani della lista civica Insieme per cambiare: "Era ora. L’unica strada che resta al nostro paese purtroppo è il commissariamento. Dopo mutui accesi inutilmente e dopo un’espansione edilizia incontrollata, questa maggioranza non è riuscita a reggere. Chi verrà eletto alla guida di Martinengo nel 2009 raccoglierà un’eredità difficile".
Sembra difficile dunque, anzi difficilissimo ricucire lo strappo. I tentativi delle scorse settimane sono risultati vani, come racconta Gabriele Alessandrini, uno dei frondisti nonché ex assessore ai Servizi sociali: "Non ci sembra proprio che il sindaco Pavoncelli abbia intenzione di ripristinare un rapporto con noi. Dopo il licenziamento di quattro assessori, ora sta cercando una sorta di accordo di programma per condurre il mandato a scadenza naturale. A noi non va bene, perciò abbiamo presentato la mozione di sfiducia". Mozione che dovrà essere portata in aula e discussa dal Consiglio comunale al massimo entro un mese, quindi entro il 3 dicembre prossimo.  

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.