BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La Reproscan fa i Chicken arrosto

I giallorossi vincono 23-10: dopo una falsa partenza si rialzano e dominano il match contro Rozzano. Rivola soddisfatto: "Gli schemi cominciano a funzionare". Successo anche nel trofeo giovanile: under 11 e under 13 conquistano il Memorial Berta-Beretta.

Più informazioni su

Era chiamata ad una prestazione di carattere e la Rugby Bergamo non ha disatteso le aspettative. Nell’incontro casalingo contro la formazione del Chicken Rozzano i giallorossi hanno dominato il campo chiudendo la partita con il risultato di 23 a 10 a proprio favore. Dopo un avvio incerto dove la squadra ospite ha segnato i primi tre punti con un calcio piazzato, la Reproscan ha preso in mano le redini della partita e ci ha pensato Daniele Pezzoli ad aprire le marcature con i primi cinque punti della partita. Dopo pochi minuti tocca a Francesco Fragalà allungare lo score con un tiro piazzato e mentre i verdiblu del Rozzano cercavano di arginare la mischia bergamasca, nettamente più forte, ecco la seconda metà della Reproscan grazie a Fabio Valtorta, trasformata poi da Fragalà. Il campo è nettamente dominato dai bergamaschi che allungano il vantaggio grazie all’ennesimo calcio piazzato di Fragalà. Attaccano i bergamaschi e la loro determinazione viene premiata con la prima meta nella categoria seniores di Roberto Lucido, e a questo punto la squadra orobica pensa già a siglare un poker di mete per guadagnare un punto aggiuntivo in classifica (quattro punti per la vittoria che crescono a cinque in caso di quattro mete segnate) ma nell’ultima azione utile prima dello scadere del tempo, la Reproscan perde malamente la palla ovale in attacco lasciando via libera ai trequarti del Rozzano. L’attaccante milanese viene fermato fallosamente a pochi metri dai pali dalla difesa bergamasca e il Rozzano incamera la meta tecnica assegnata dall’arbitro e trasforma poi il piazzato chiudendo a 10 punti, prima del fischio dell’arbitro che manda tutti sotto la doccia.
Dopo il pessimo esordio casalingo di due settimane fa con la sconfitta contro il Borgo Pancarale, oggi Paolo Rivola è decisamente più soddisfatto: “Abbiamo messo in campo una concentrazione diversa da quella di due settimane fa” ha commentato il coach della Reproscan “e vedo che i ragazzi stanno attuando i nuovi schemi di gioco decisi per questo campionato”. Un risultato positivo che soddisfa ancor di più se si guarda alla infermeria della Rugby Bergamo 1950:” Stiamo facendo i conti con oltre 20 giocatori infortunati” dichiara laconicamente Rivola “ma questo rappresenta una straordinaria opportunità per i nostri giovani per farsi vedere e mettere in luce le proprie qualità”. Giovani che provengono dal folto vivaio della Rugby Bergamo e che ha visto i “ragazzi” della propaganda impegnati questa mattina nella prima edizione del Memorial Berta Beretta.

Memorial Berta Beretta
Oltre 180 ragazzi in rappresentanza di sei squadre (CUS Milano, Iride Cologno, Cicken Rozzano, San Lorenzo Rovetta, Rugby Brembate e Rugby Bergamo 1950) si sono sfidati questa mattina in un torneo riservato alle categorie Under 11 e Under 13. Vittoria in entrambe le fasce d’età della Rugby Bergamo: la formazione “B” dei bergamaschi ha battuto l’Iride Cologno nella finale Under13 (doveva essere una finale tra le due formazioni bergamasche, ma i dirigenti orobici hanno deciso di lasciare il posto ai milanesi per valutare un confronto più significativo dal punto di vista tecnico e agonistico). Nella categoria Under11 primi due posti occupati da formazioni bergamasche e terzo gradino del podio per il San Lorenzo di Rovetta. “Abbiamo voluto organizzare un torneo nella memoria di Eugenio Berta e Luciano Beretta, due persone che hanno lasciato il segno nella nostra società” ha commentato Vincenzo Lupo, presidente della Rugby Bergamo 1950 “e l’ennesima vittoria delle nostre categorie propaganda in tornei regionali conferma che il seme lasciato dai due grandi allenatori è in grado di dare frutti anche dopo molti anni”. Alla cerimonia di premiazione erano presenti i familiari di Berta e Beretta, in un clima di grande commozione.
Anche gli Old in campo
E per ricordare i due “grandi” della palla ovale in terra bergamasca, tra il torneo del mattino e la partita della Reproscan contro il Rozzano, si è tenuta una partita, in pieno stile “amarcord”, tra gli ex giocatori bergamaschi che hanno sfidato e battuto la formazione Old della Rugby Bergamo, composta per lo più, da giocatori che si sono avvicinati da poco al mondo del rugby, nonostante l’età non più giovanissima.
Ieri a Ombriano la formazione della Under 17 ha battuto i padroni di casa del Crema per 74 a zero: seconda vittoria consecutiva dei ragazzi di Guido Nava con una partita in crescendo che però deve fare i conti con due infortunati, Yacoub Tengueri e Andrea Paoli.
A chiusura di un memorabile weekend di rugby, un altrettanto memorabile terzo tempo presso la Club House della Rugby Bergamo 1950 che a partire da domani resterà chiusa per ristrutturazione fino a metà gennaio 2009.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.