BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Coppola super, De Ascentis non convince

Doni tenta di sbrogliare la matasa, non ci riesce e si innervosice. Floccari generoso, forse su di lui c'era un rigore. Im mediana si sente l'assenza di Cigarini

Più informazioni su

 

Coppola 7: in avvio salva in corner sulla bordata da fuori di Zanchetta e blocca a terra una testata di Tiribocchi. Poi resta disoccupato, fino ai due tiri in porta nel finale che respinge con attenzione. Quattro parate su quattro: non è lui il punto debole dell’Atalanta.

Garics 6: puntuale nelle chiusure, in avanti punge meno di altre occasioni. L’ex Ariatti lo fa penare un po’, mettendolo sul chi vive. Poi partecipa allo sterile assalto dei suoi.

Talamonti 6: generoso come il compagno di reparto, perde di vista Tiribocchi al 9’ ma poi si rifà con generosità e mestiere, nonostante piedi tutt’altro che sensibili.

Manfredini 6,5: nonostante il recupero in extremis dall’infortunio, il leader della terza linea si batte come un leone. A volte pare che arranchi, ma dalle sue parti passano in pochi. Capelli (dal 19’ st)  6: fa il suo dovere.

Bellini 6: copre la fascia con diligenza e nulla più, senza prendere inziative. Avanza solo nella ripresa. Rivalta (dal 31’ st) senza voto.

Ferreira Pinto 6,5 : sfiora il gol dopo quattro minuti con un sinistro a giro. In mezzo al suo remare instancabile, apparecchia anche qualche cross interessante, che nessuno però trasforma in manicaretto.

De Ascentis 5,5 : sostituire Cigarini è arduo, anche se ci mette del suo aiutando in mediana. In costruzione ha troppi limiti, e la precisione è quella che è: puntare sul baby Buonaventura non sarebbe un delitto.

Guarente 6,5 : inesauribile, è maestro del possesso palla e per vie centrali il Lecce non costruisce pericoli. Padoin (dal 17’ st) 6 : chiamato a dare più spinta in mezzo, dopo la cacciata di Valdes gli tocca fare la spola con l’ala sinistra.

Valdes 6: schierato fuori ruolo al posto di Padoin, l’ex di turno (4 stagioni in Salento) parte dalla sinistra e si accentra spesso, tentando di inquadrare la porta. L’espulsione è decisamente eccessiva. Vivace, merita altre chances.

Doni 5,5: molto mobile, cerca di dettare i ritmi a una squadra priva di regista. Chiamato a sfondare nelle fitte maglie nemiche, non sbroglia la matassa. Poi ricade nella trappola del nervosismo e si fa ammonire scioccamente: diffidato, salterà la Fiorentina.

Floccari 6: solito impegno, fa reparto da solo ma con il muro leccese davanti le occasioni non arrivano. Diamoutene lo segue fino al bagno, strapazzandolo un po’. Inizia il secondo tempo e Benussi lo stende, ma l’arbitro Marelli gli nega il rigore.
 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.