BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cala il sipario sulla Campionaria: i visitatori sono stati 145 mila

La trentesima edizione dell'appuntamento fieristo più importante si è rivelata ricca di soddisfazioni. Alcuni settori (terziario, servizi per la casa) hanno fatto registrare un buon riscontro. Qualche difficoltà in più, data la situazione di crisi, nell'ambito dell'abbigliamento. Ora si sta già lavorando per la prossima manifestazione, il Salone del Mobile in programma dal 15 al 23 novembre.

Più informazioni su

E’ finita come era cominciata la 30 esima edizione della Fiera Campionaria, e cioè con un boom di presenze. Lo score alla fin della fiera ( è proprio il caso di dirlo) ha fatto segnare ben 145 mila presenze, 25 mila in più rispetto allo scorso anno. Merito, certamente, anche dell’abolizione del ticket d’ingresso che ha costituito un incentivo in più. Particolarmente interessante poi, il dato che ha visto una buonissima affluenza di pubblico durante le giornate infrasettimanali, stante come di consueto pienone delle giornate di festa.
"Non è il record dei 170 mila visitatori che registrammo in occasione dell’inaugurazione del complesso fieristico nel 2003 – puntualizza Carlo Conte responsabile dell’evento per Ente Fiera Promoberg– ma considerati i tempi che corriamo possiamo essere molto soddisfatti per come, ancora una volta, il pubblico ha mostrato di apprezzare il nostro sforzo organizzativo”. Con 287 espositori in quasi 500 stand, distribuiti nei 16 mila metri quadrati di tutti e tre i padiglioni del complesso di via Lunga, la kermesse organizzata dall’Ente Fiera Promoberg in collaborazione con la Camera di Commercio, Bergamo Fiera Nuova e Ascom con il supporto degli sponsor Ubi-Banca Popolare di Bergamo, Credito Bergamasco – Gruppo Banco Popolare e «L’Eco di Bergamo», piace ai bergamaschi e alle famiglie per le curiose e molteplici proposte e per la vasta gamma di settori merceologici in grado di soddisfare diversi gusti e di unire allo stesso tempo più generazioni.
Tra i diversi espositori quelli di prodotti enogastronomici, disposti nel padiglione C, rimangono i prediletti dal pubblico, ma anche il terziario, i servizi e «tutto quello che fa casa» sono stati molto apprezzati. Stefano Cristini, direttore tecnico dell’ente fiera Promoberg aggiunge ulteriori considerazioni di carattere prettamente commerciale riguardanti l’umore negli stand e degli espositori, che non sono uniformi, ma potremmo dire “a macchia di leopardo”. «In base alle ultime verifiche fatte tra gli espositori risulta che alcuni settori come quello dei servizi alla casa e del terziario hanno avuto in questi giorni di fiera un buon riscontro in termini di contatti. Per la conclusione dei contratti bisogna aspettare il post fiera, ma i contatti registrati vengono considerati molto interessanti e superiori in alcuni casi alle aspettative e all’andamento delle passate edizioni». Di contro alcuni settori “soffrono”. «Questo avviene in particolare nell’abbigliamento, dove il calo dei consumi, la crisi di disponibilità delle famiglie si fa sentire – sostiene Cristini -. Ma anche in questo settore la situazione è diversificata. Chi ha saputo innovare il prodotto ed il concept espositivo è riuscito a tener botta. E questa è una politica premiante perché il pubblico è sempre alla ricerca della novità, che venga presentata in modo accattivante e che presenti un ottimo rapporto qualità/ prezzo».
"La Campionaria riesce a unire agli aspetti espositivi e commerciali anche un’atmosfera di festa e di incontro – commenta il segretario generale di Ente Fiera Promoberg, Luigi Trigona –. Merito anche delle molte iniziative a corollario della Fiera che Promoberg ha riservato al pubblico, alle iniziative gastronomiche curate dall’Aspan, i Gastronomi dell’Ascom, per finire agli, incontri serali che hanno proposto l’elaborazione di ricette bergamasche con prodotti tipici del territorio”. Soddisfatta anche la componente “straniera” della Fiera, dal Senegal presente con il 7°SALONE DELL’IMMOBILE alle 20 delegazioni ospitate dal “villaggio globale” della Provincia di Bergamo per le quali la Campionaria ha costituito l’occasione di avvicinare opportunità d’investimento immobiliate per il Paese africano e tradizioni e cultura per le città con cui Via TASSO intrattiene rapporti di collaborazione e di interscambio. .

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.