BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tra pochi mesi sarebbe andato in pensione

Sarebbe andato in pensione tra pochi mesi Giambattista Ambrosini, l'operaio di Romano travolto e ucciso nel Bresciano da un automobilista sotto l'effetto di alcol e cocaina. Aveva lavorato per oltre 20 anni nello stabilimento dell'Exide, ex Magneti-Marelli.

Più informazioni su

Giambattista Ambrosini viveva in via Crema 58, a Romano di Lombardia, con la moglie e tre figli. Cresciuto nella cittadina della Bassa orientale, era un uomo piuttosto noto nella zona. Insieme ad altri amici aveva fondato, e ne era referente, il circolo ricreativo "Amatori ballo", in piazza Montecatini, che frequentava ogni settimana, soprattutto nel week end. "Era appassionato di ballo, andava a molti appuntamenti – spiega un amico al circolo -. Nella sua vita non ha fatto altro che lavorare e divertirsi solo quando poteva permetterselo. Giambattista si accontentava delle cose semplici".
Per più di 20 anni la vittima dell’incidente nel Bresciano, aveva lavorato come operaio alla Exide, azienda molto nota a Romano, che ha ereditato gli stabilimenti e la produzione dell’allora Magneti-Marelli. "L’anno prossimo – prosegue l’amico della vittima -. Giambattista sarebbe andato in pensione, tranquillo, come sperava. Purtroppo non potrà farlo perchè qualcuno, lungo la sua strada, ha sbagliato qualcosa, si è comportato male. E’ davvero una tragedia, per noi e per la famiglia".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.