Madonna: "Visto? I giocatori mi vogliono bene" - BergamoNews
Albinoleffe

Madonna: “Visto? I giocatori mi vogliono bene”

L'allenatore ringrazia la squadra per la prova d'affetto nei suoi confronti dopo il gol di Carobbio: "Sono dalla mia parte, non ho mai avuto dubbi al riguardo". Marted?? sera arriva l'Ascoli: "Guai considerarli in crisi, non mi fido e so che il nuovo tecnico Chiarenza dar?? la carica. Ho gli uomini contati, ma non posso farci niente".

Gol di Carobbio su punizione, e tutta la truppa che corre a stringersi in un abbraccio ad Armando Madonna. E’ l’istantanea più significativa della decima giornata dell’Albinoleffe. E poco importa che sia finito in pareggio l’anticipo di venerdì a Trieste. Il cordone ombelicale tra l’undici celeste e il suo condottiero rimane intatto. Ma domani sera si ricomincia: a Bergamo arriva l’Ascoli, squadra che naviga nei bassifondi alla ricerca disperata di ossigeno. I seriani, ritrovata la fiducia, devono rinnovare anche l’appuntamento con i tre punti. L’ultima vittoria risale al quarto turno, con il sofferto e rocambolesco 2-1 sull’Avellino tra le mura amiche. La zona playoff, dopo tutto, è a soli due punti, con il Parma – grande deluso di questo inizio di campionato – a braccetto in classifica a quota 14.
E il mister, liberato dal fantasma di Mondonico, appare rasserenato: “Non avevo dubbi che tra me e i giocatori ci fossero solidarietà e unità d’intenti – rimarca -. C’era bisogno di rimettersi al lavoro e mostrare la determinazione di cui siamo capaci. Nei momenti difficili occorre darsi tutti una mano, e a Trieste con un po’ di fortuna in più si poteva anche vincere: al novantesimo abbiamo anche avuto un match point. Purtroppo gli episodi sfavorevoli pesano”.
Oggi, intanto, a Verdello niente allenamento per Davide Caremi. Contro l’Ascoli dovrebbe giocare Geroni, l’unico incontrista in rosa a non avere problemi fisici. Gabionetta e Carobbio sono un po’ affaticati, ma hanno regolarmente preso parte al lavoro atletico e agli esercizi con la palla. Durante i quali Madonna, mescolando le carte, ha schierato il difensore di riserva Belotti all’ala destra, mentre il pimpante primavera Disabato (classe 1990) si è disimpegnato con disinvoltura in regìa. Tra il recuperato Laner e Nicola Madonna è ballottaggio per il ruolo di esterno destro. La lista degli indisponibili non registra sostanziali variazioni, con Cristiano, Poloni, Perico, Previtali, Sau e Cellini ancora fermi ai box. L’avversario di turno, come detto, con soli nove punti è appena al di sopra della zona salvezza. Ma come di consueto Mindo non si fida: “Non sono d’accordo con chi dice che l’Ascoli è in difficoltà – osserva -. Con il Cittadella ha perso una partita che meritava di vincere. Conosco Chiarenza da quando io allenavo la nostra Primavera e lui quella della Juve: ha sostituito in panchina Di Costanzo solo giovedì, e sabato ha guidato i suoi con il solito temperamento. Nessuno va sottovalutato, e domani sera starà a noi mettere in difficoltà chi ci troviamo di fronte. Guai a concedere occasioni e spazi, soprattutto in avvio: poi sarebbe dura recuperare. Ho gli uomini contati ma non posso farci nulla: anche se ci sono molti giovani di valore, dare loro responsabilità da titolari in questo momento mi sembra prematuro”. Nei bianconeri marchigiani figurano anche l’immancabile ex di turno, Luca Belingheri (centrocampista di fascia, 61 presenze e 7 reti in bluceleste dal 2005 al 2007), e due big passati per l’Atalanta come il portiere Massimo Taibi e l’attaccante (finora a secco) Andrea Soncin.

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it