Madonna a Trieste con l'ombra del Mondo - BergamoNews
Albinoleffe

Madonna a Trieste con l’ombra del Mondo

Partita cruciale per l'allenatore: venerd?? sera nell'anticipo un'altra sconfitta potrebbe essergli fatale. Principale candidato alla sua sostituzione ?? proprio l'ex allenatore celeste. In difesa rientra Conteh.

Alla vigilia dell’ostica trasferta di Trieste, per l’Albinoleffe e il suo allenatore è già arrivato il momento del dunque. I soli tre punti rimediati nelle ultime cinque partite hanno fatto scendere in picchiata le azioni della Celeste, uscita dalla zona playoff dopo lo 0-4 con il Vicenza.
Voci di corridoio danno Armando Madonna sulla graticola, con Emiliano Mondonico o Lino Mutti pronti a sostituirlo al prossimo passo falso. Il tecnico seriano, però, ha più volte ribadito di non sentire puzza di bruciato. La truppa è partita nel pomeriggio alla volta di Trieste, dove domattina affronterà la rifinitura. Rispetto alla disastrosa prova casalinga con i veneti non c’è Previtali, mentre Cellini e Perico recupereranno forse per il prossimo turno. Rientrano, invece, Conteh, Laner e Geroni. Aggregato ai venti convocati anche il centrocampista Disabato, classe 1990.
A livello tattico saranno di fronte due 4-4-2 speculari. Ben tre ex nella Triestina: il centrale difensivo Mauro Minelli (74 presenze e 5 gol da 2004 al 2006), la mezzapunta mancina Emiliano Testini (98 e 16 tra 2003 a 2006) e Filippo Antonelli Agomeri (11 presenze dal gennaio al giugno scorso), in forse fino all’ultimo. In zona gol, oltre al centravanti Della Rocca (un passato all’Atalanta, come il portiere Agazzi), è pericoloso anche il mediano Allegretti: finora tre reti per entrambi. I giuliani sono quinti, ma con soli 2 punti in più: vincere significherebbe scavalcarli e riprendersi un posto al sole nella zona che conta, anche se gli uomini del Mindo – fermi a quota 13 in compagnia di Brescia, Mantova e Bari – hanno violato il terreno avverso solo alla prima di campionato a Modena.
Nemmeno il tempo di respirare, ed il calendario della serie B, che sembra scandire le tappe di una battaglia campale, offre sul piatto il solito menù a portate ravvicinate. Martedì sera a Bergamo arriverà l’Ascoli, altra realtà in piena ebollizione: in panchina Chiarenza (ex titolatissimo allenatore della Primavera della Juventus) ha appena sostituito Di Costanzo. E sabato si va a Treviso, a rendere visita a un team malinconicamente ultimo in graduatoria (3 punti) a braccetto con l’Avellino. Tre gare in otto giorni, da cui Madonna deve ricavare un carniere pieno zeppo di punti.  Altrimenti sulla tolda di comando rischia di materializzarsi l’ingombrante fantasma del Mondo, che gli soffia sul collo da un paio di settimane.

PROBABILI FORMAZIONI
Trieste, venerdì 24 ottobre, stadio “Nereo Rocco” (inizio ore 21)

TRIESTINA (4-4-2): 22 Agazzi; 86 Cacciatore, 16 Cottafava, 20 Minelli, 3 Rullo; 4 Tabbiani, 17 Allegretti, 5 Gorgone, 21 Testini; 23 Della Rocca, 9 Fìgoli (1 Dei, 27 Petras, 28 Milani, 44 Piangerelli, 7 Cia, 33 Eliakwu, 63 Ardemagni). All. Rolando Maran.
ALBINOLEFFE (4-4-2): 27 Narciso; 14 Garlini, 17 Gervasoni, 2 Conteh, 33 Renzetti; 21 Laner, 5 Caremi, 4 Carobbio, 10 Gabionetta; 11 Ferrari, 28 Ruopolo (1 Coser, 16 Luoni, 20 Serafini, 55 Maino, 31 Daffara, 7 N. Madonna, 89 Geroni). All. Armando Madonna. Altri convocati: 3 Bombardieri, 90 Disabato.

Arbitro: Dondarini di Finale Emilia.
 

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it