BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bossi alla B??rghem fest: mezzo milione di padani per il federalismo fotogallery

Dopo avere lodato i bergamaschi e ricordato i successi della Lega ottenuti in provincia il senatur ha invitato i padani a presentarsi a Roma: "Mi aspetto che vengano in tanti davanti al Senato, per guardare bene in faccia i parlamentari che entrano, se non arriva il federalismo ci incazziamo come belve".

Più informazioni su

La richiesta del senatur Umberto Bossi è chiara: "Che il Nord porti giù a Roma almeno mezzo milione di uomini". Il ministro delle riforme e leader leghista è intervenuto ieri sera durante l’ultima serata della Bèrghem Fest di Alzano Lombardo (Guarda la galleria fotografica). "Perchè questa volta – ha aggiunto Bossi – o passa con le buone o il nord dovrà prendere atto che siamo finiti in uno stato schiavista e i popoli schiavi hanno tutti i diritti di liberarsi. Comunque noi speriamo di portare a casa il federalismo con le buone, grazie ai voti che ci avete dato". "Stavolta – ha aggiunto – io sono convinto che ce la facciamo proprio grazie ai voti che avete dato con tanta forza, e alla forza degli uomini disposti a battersi fino alla fine per garantire una terra libera ai figli". Dopo avere lodato i bergamaschi e ricordato i successi della Lega ottenuti in provincia (in Valseriana il carroccio ha preso il 38 per cento) Bossi ha proseguito: "mi aspetto che vengano in tanti a Roma davanti al Senato, per guardare bene in faccia i parlamentari che entrano, affinchè questi ultimi non abbiano dubbi sul fatto che se non arriva il federalismo ci incazziamo come belve". "Io sono andato a parlare con la sinistra – ha concluso – perchè non ci fossero alibi e non potessero dire che non sapevano o che non gli avevamo spiegato. E adesso andiamo al sud a scrivere le ultime righe di questa riforma federalista perchè nessuno si senta escluso".

Guarda le gallerie fotografiche dei giorni scorsi (prima) (seconda) (terza)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Davide

    Bossi e’ il solito pappa…. tutto chiacchiere e distintivo!!!! prima si vende a Berlusconi e poi fa lo spaccone…… sappiamo tutti che il suo federalismo fiscale non lo avra’ mai, così come successo nella scorsa legislatura guidata da Berlusconi.

  2. Scritto da Anonimo

    Dopo il varo delle regioni il federalismo sarà la mazzata finale per questa povera Italia, con l’esplosione dei conti pubblici e di tutte le forme più deteriori di localismo.
    Non vi è un problema di un certo spessore che possa trovare soluzione alla scala regionale, soprattutto con dei carrozzoni costruiti su un territorio in molti casi inferiore alla provincia di Bergamo.
    Mill

  3. Scritto da Alberto

    Solo con il federalismo questo paese potrà evolversi, crescere e vincere la sfida della globalizzazione. Federalismo significa dare più responsabilità a chi ci governa. Siamo stanchi di sentire che in Sicilia ci sono 20.000 dipendenti regionali e in Lombardia (con il doppio di abitanti) solo 3.000. Basta sprechi, basta assistenzialismo. Ognuno si assuma le proprie responsabilità. W la Lega Nord! Padania libera!

  4. Scritto da al

    Qualcuno per favore mi spieghi COME sarà questo federalismo perché è logico che tutti non possono essere che d’accordo, leghisti o no, col futuro che ci propone Alberto. Ma credo che la questione del COME sia importante perché la complessità dell’applicazione pratica del federalismo sia molto problematica. Soprattutto in un panorama politico che vede al governo nazionalisti (AN), affaristi (PDL), localisti siciliani e lombardi: un bel casino. Auguri Alberto.

  5. Scritto da andrea

    spero vivamente nella seconda marcia su roma della storia e dico a tutte le persone che la pensano come la lega di non mollare mai ,tenere sempre duro e credere nella repubblica padana,la quale un giorno nascerà,non mi importa quando per l indipendenza della scozia ci sono voluti circa 200 anni,i paesi baschi stanno ancora lottando e un giorno avremo anche noi la nostra libertà.mi ricordo le parole di un grande:è l aratro che traccia il solco ma è la spada che lo difende.FINO ALLA FINE: