BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Notti di luce apre con le “Passioni di S. Alessandro”

Stasera, venerdì 29 agosto, nella basilica di Sant'Alessandro in Colonna, una produzione originale scritta da Paolo Aresi, diretta da Oreste Castagna e messa in scena da giovane attori accompagnati da canti a cappella e dall'improvvisazione del sassofonsita Giulio Visibelli

Più informazioni su

La decima edizione di Notti di Luce, la manifestazione promossa dalla Camera di Commercio di Bergamo, che ha cominciato ad accendere la città martedì scorso, festa del patrono,  inaugura il cartellone di eventi proprio stasera, venerdì 29 agosto alle 21, con una prima produzione originale alla Basilica di Sant’Alessandro in Colonna (ingresso libero fino ad esaurimento posti).
Le Passioni di Sant’Alessandro scritte da Paolo Aresi con la regia di Oreste Castagna, portano in scena alcuni giovani attori emergenti di grande talento con importanti esperienze professionali teatrali e televisive: Alessandro Conte, Giorgio Paiano, Walter Tiraboschi, Vera Vavassori.
Gli attori saranno accompagnati dal Quintetto polifonico di Notti di Luce che canterà a cappella con l’improvvisazione del sassofonista Giulio Visibelli. Le musiche sono di Giovanni Pierluigi da Palestrina.
La storia
Sono gli ultimi minuti della vita di Alessandro, la porta della cella si spalanca, entra un uomo più anziano di lui, un pretore. Il pretore lo incalza, lo tenta, gli mostra l’assurdità della sua scelta. Gli dice: “Hai visto il sole brillare sui campi, pochi minuti fa mentre camminavi per venire qui… Non vuoi continuare a vederlo?” E Alessandro guarda il pretore con aria disarmata e risponde: “Voglio continuare a vederlo”. Il potere teme i martiri, sa che il loro sangue non estingue la fede, la alimenta. Il potere propone compromessi, accordi. Fino a dove è possibile.
Alessandro è stato catturato nel pieno della persecuzione Dioclezianea, è stato condannato dall’imperatore Massimiano. Ha rifiutato di sacrificare agli idoli, ha rifiutato il compromesso proposto dall’imperatore d’occidente. Ma dal carcere è riuscito a fuggire, ha lasciato Milano, è arrivato a Bergamo, ha portato le parole di Cristo. Poi è stato riconosciuto e catturato. Tuttavia fino all’ultimo il potere lo corteggia e in extremis tenta di evitarne il martirio. “E sarebbe un Dio d’amore il tuo? Pensi che un padre possa volere la morte di un suo figlio, Alessandro?”.
Intanto al Convento dei Frati Cappuccini, in via Cappuccini, e presso il Cdpm (Centro didattico produzione musica), in via De Amicis 6 (zona Carducci), dalle ore 15,30 alle ore 19, sono in vendita i biglietti (euro 10) degli spettacoli dell’1 settembre (Il circo immaginario di Rossana Casale) e del 2 settembre (David Cats l’illusionista), entrambi in scena al Teatro Donizetti, il cui incasso sarà devoluto interamente alla Mensa dei Poveri.

Per informazioni e per i dettagli della programmazione contattare l’Ufficio URP e rapporti con la stampa della Camera di Commercio di Bergamo (tel. 0354225 269) o consultare il sito www.nottidiluce.com

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.