BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Laurea argentina per il direttore del Negri Giuseppe Remuzzi

Sabato 30 agosto a Cordoba in Argentina, il Rettore della Catholic University of Cordoba conferir?? a Giuseppe Remuzzi, coordinatore delle ricerche dell???Istituto Mario Negri di Bergamo, il titolo di Professore Honoris Causa. La cerimonia si svolger?? nell???ambito del Meeting internazionale???Epidemiologia, diagnosi e terapia nelle malattie renali croniche???.

Più informazioni su

Sabato 30 agosto a Cordoba in Argentina, il Rettore della Catholic University of Cordoba conferirà a Giuseppe Remuzzi, coordinatore delle ricerche dell’Istituto Mario Negri di Bergamo, il titolo di Professore Honoris Causa. La cerimonia si svolgerà alle 18.00 (ora locale) nell’ambito del Meeting internazionale“Epidemiologia, diagnosi e terapia nelle malattie renali croniche”, che è in corso in questi giorni a Cordoba. La richiesta è stata presentata dal Decano della Facoltà di Medicina dell’Università argentina e approvata all’unanimità dal Consiglio dei Professori nel giugno scorso.Nella motivazione ufficiale con cui l’Università gli attribuisce tale riconoscimento, vi sono gli importanti contributi che Giuseppe Remuzzi ha portato nel campo della nefrologia mondiale, il suo costante impegno e la dedizione nella formazione dei giovani laureati, i numerosi riconoscimenti da parte delle Società Scientifiche Internazionali. Le sue attività di ricerca si sono sviluppate in molte direzioni contemporaneamente: ha studiato malattie rare del rene come la sindrome emolitico uremica e malattie renali genetiche; ha esplorato le cause di alcune alterazioni ematologiche nell’uremia; ha affrontato il problema di indurre la tolleranza nel trapianto di rene, per diminuire il rischio del rigetto e attenuare le conseguenze delle terapie oggi in uso per evitarlo; ha soprattutto cercato gli strumenti per combattere la progressione delle malattie renali verso la perdita totale della funzione renale, per offrire ai nefropatici un futuro senza dialisi. Questi studi sono testimoniati da più di 900 pubblicazioni scientifiche.

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.