BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’anteprima di Venezia ?? tutta per Ermanno Olmi

Stasera l'omaggio al regista bergamasco, a cui verr?? assegnato il Leone d'oro alla carriera, con la proiezione de "La leggenda del santo bevitore". Anche il Conca Verde di Longuelo dedica al maestro una rassegna: cinque film dal 9 settembre e un convegno il 4 ottobre

Prima della prima c’è Ermanno Olmi. Venezia, il Lido, la Mostra del Cinema ripartono da "La leggenda del santo bevitore", probabilmente il film nel quale i temi e i valori del regista bergamasco fattosi adottare dall’altopiano di Asiago si rivelano con maggiori chiarezza e semplicità. A 77 anni, minato nel fisico da una lunga e grave malattia, il creatore di piccole grandi storie anticipa l’avvio della 65esima rassegna internazionale con una serata a lui interamente dedicata, come tutto per lui sarà il Leone d’Oro alla carriera che gli consegnerà Adriano Celentano, altro amante di Asiago e suo vicino di casa, come lo era Mario Rigoni Stern.
I personaggi umili, i barboni degni di accedere alla purezza e alla verità, il messaggio profondamente religioso, i lunghi ed espressivi primi piani dei protagonisti, i silenzi infiniti: c’è tutto questo dentro la pellicola del 1988 scelta per rappresentare la carriera del "maestro", perchè tale Olmi è nel mondo della cinematografia internazionale. Il film, tratto da quello che è stato il testamento letterario di Joseph Roth (lo scrittore consumato dall’alcol e dalla disperazione), è esemplare dell’arte di Ermanno Olmi proprio perchè porta lo spettatore a cercare un senso che vada oltre il realismo della rappresentazione. E’ la stessa capacità di capolavori come "Il posto" (1061) , "L’albero degli zoccoli" (1877) che gli valse la Palma d’oro a Cannes, o "Il mestiere delle armi" (2001). Scrive infatti lo storico del cinema Gian Piero Brunetta: "Olmi osserva i volti e i gesti dei protagonisti quasi con una lente di intgrandimento, ma il suo sguardo possiede la naturale capacità di rappresentare l’uomo come misura delle cose". Dai personaggi, dalla quotidianità che rappresenta comunque il mondo, alla Storia, con i suoi eventi e i suoi temi: questo è il Cinema. E questo è il Cinema di Olmi.
Per questo Venezia gli assegna il Leone d’Oro, per questo inaugura l’appuntamento 2008 con un’anteprima tutta dedicata al maestro.
Al maestro anche Feltrinelli in questi giorni ha dedicato un cofanetto di dvd della collana «Real Cinema»: i documentari realizzati dal cineasta bergamasco nei suoi primi anni di lavoro alla Edison: alcuni straordinari film d’autore, praticamente inediti perché introvabili,  prodotti negli anni ’50 come documentari d’impresa e che raccontano l’Italia che esplode, le campagne che muoiono e le città che vengono trasformate dalla modernità industriale.
E anche Bergamo, dove Olmi è nato nel 1931 (nella foto all’università nel 2003 quando gli venne consegnata la laurea honoris causa in lettere) , rende omaggio al "suo" regista con la proiezione di film e un convegno organizzati dal Conca Verde di Longuelo col patrocinio del Comune. Cinque film verranno proiettatti ogni martedì alle 21 a partre dal 9 settembre: "L’albero degli zoccoli", "Il tempo si è fermato", "Il posto", "I fidanzati", "E venne un uomo". Il 4 ottobre alle 15 una giornata di studio nell’ex sala consiliare di Via Tasso coronerà l’iniziativa: parleranno del regista la scrittrice Daniela Padoan che gli ha dedicato un libro-intervista, il regista Piergiorgio Gay, allievo e collaboratore di Olmi, e il critico di Cineforum Adriano Piccardi.   

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.