BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ritmi in levare alla Festa della Birra con Giuliano Palma

Tra i massimi rappresentanti del ritmo in levare italiano, Giuliano Palma e i Bluebeaters sono una sorta di cover band che ha saputo riarrangiare con successo, sempre in chiave ska e rocksteady famosi brani reggae, rock e pop con un illustre passato.

Ritmi rigorosamente in levare stasera alla festa della Birra di Trescore Balneario. Sul palco infatti sbarcherà il reggae di Giuliano Palma e dei suoi Bluebeaters.
Nati quasi per gioco nel 1994, i Bluebeaters hanno visto protagonisti nella loro line-up musicisti dei Casino Royale, degli Africa Unite, dei Fratelli di Soledad e dei New York Ska Jazz Ensemble.
Tra i massimi rappresentanti del cosiddetto ritmo in levare italiano, i Bluebeaters sono una sorta di cover band che ha saputo riarrangiare con successo, sempre in chiave ska e rocksteady famosi brani reggae, rock e pop con un illustre passato.
Tra i numerosi brani si ricordano "Messico e nuvole" di Paolo Conte, portata al successo da Enzo Jannacci, "Jealous Guy" di John Lennon, "Che cosa c’è" di Gino Paoli, "Come le viole" di Peppino Gagliardi, "Tutta mia la città" degli Equipe 84, "Testardo io la mia solitudine" di Malgioglio, e "Poison Ivy" dei The Coasters. Il primo disco dei Bluebeaters esce nel 1999 ed è una sequenza mozzafiato di cover suonate rigorosamente live in studio in stile ska/rocksteady: "See You Tonite" di Gene Simmons, "Wonderful Life" di Black, "Believe" di Cher, "I Don’t Know Why I Love You (But I Do)" di Clarence "Frogman" Henry, "Stop Making Love" dei Four Tops, "World’s Fair" degli Skatalites, "Coming In From The Cold" di Bob Marley, una versione in inglese di "Grande Grande Grande" di Mina, vecchi brani giamaicani Anni 60 come "How many times", "I don’t want to see you cry", "There’s a reward" o "Tell me now", hit reggae Anni 70 come "Desperate lover" e "Let him try". Il disco viene anche ristampato con due brani nuovi, "Domani" e "Che cosa c’è", due classici di Gino Paoli.

Ecco il video di Tutta mia la città, successone estivo di Giuliano Palma

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.