BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Un concorso per smettere di prendere a calci il calcio

Un tema per dire no alla maleducazione e all'agonismo esasperato che troppo spesso avvelenano le partite dei ragazzini. L'idea è di Educalcio, un blog di giovani bergamaschi che vuole promuovere cultura sportiva e rispetto reciproco nei campionati giovanili.

Più informazioni su

La redazione di EduCalcio, il blog – gestito da un gruppo di giovani – che vuole diventare punto di riferimento per l’educazione nel calcio giovanile, promuove un concorso a scopo educativo e senza fini di lucro, dal titolo “Un calcio al Pallone”, alla quale possono partecipare tutti i ragazzi e le ragazze, dagli 8 ai 12 anni, iscritti ad una società sportiva di calcio. Ogni partecipante dovrà produrre un elaborato (tema o poesia) oppure un disegno che abbiano per tema la correttezza dei comportamenti dentro e fuori il campo di gioco. Il concorso vuole sensibilizzare i giovani calciatori sull’importanza del fair play, sempre più merce rara sui campi da gioco.
Tutte le opere dovranno essere inviate all’indirizzo di posta elettronica info@educalcio.it entro e non oltre il 20 settembre 2008. Il 1° classificato farà vincere alla propria squadra una muta di maglie da calcio (18 completi) per squadra di settore giovanile under 12 (categoria esordienti). L’idea di Educalcio è nata nel settembre 2007 per iniziativa di alcuni giovani bergamaschi che seguono e accompagno squadre di calcio giovanile della provincia. Un gruppo cui è bastato poco per accorgersi di come troppo spesso la mancanza di rispetto sui campi di gioco e il linguaggio gravemente scorretto rovininino il clima delle partite. Poco rispetto dell’avversario e del regolamento, agonismo esasperato, maleducazione degli spettatori: ecco i mali da guarire nel calcio giovanile. EduCalcio.it nasce con l’idea di raccogliere materiale utile a genitori, allenatori, dirigenti, società sportive, scuole calcio ed educatori sportivi. Per smettere di prendere a calci lo sport.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.