BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Agricoltura: 283 mila euro per anagrafe zootecnica

L’assessore Ferrazzi: “Impegno straordinario per sostenere sicurezza alimentare e tracciabilità dei prodotti”

Più informazioni su

283 mila euro per coprire fino al 31 dicembre prossimo le spese di aggiornamento dell’anagrafe zootecnica regionale. Risorse finanziate dalla Giunta lombarda, su proposta di Luca Daniel Ferrazzi, assessore regionale all’Agricoltura, e Luciano Bresciani, assessore regionale alla Sanità, per accompagnare il settore zootecnico lombardo verso le funzionalità del nuovo sistema di anagrafe zootecnica informatizzata, in funzione dal 1 settembre 2008, azzerando i costi di aggiornamento dati.

“Un’anagrafe stabile, efficiente ed affidabile – commenta Ferrazzi – è il principio fondante per tutto il sistema della sicurezza alimentare e della tracciabilità dei prodotti. Questo finanziamento solleverà fino a dicembre gli allevatori dagli oneri di aggiornamento dell’anagrafe zootecnica, e consentirà loro di formarsi ed informarsi in modo puntuale sulle nuove modalità di utilizzo della stessa, a costo zero. Ancora una volta Regione Lombardia dimostra sensibilità e attenzione verso il proprio settore zootecnico”.

In sintesi, con questa delibera si accompagnano fino al 31 dicembre 2008 le convezioni in atto con i centri di assistenza agricola e le associazioni provinciali allevatori stipulate ai sensi della Delibera di Giunta del 2 agosto 2007. L’attività degli enti delegati, finalizzata alla raccolta e registrazione dei dati necessari per l’aggiornamento dell’anagrafe zootecnica, viene pertanto garantita sino al 31 dicembre 2008 mediante un finanziamento dell’Assessorato all’Agricoltura pari a 283.200 euro.

“Queste risorse – continua Ferrazzi – fanno seguito agli 800 mila euro già stanziati nello scorso mese di marzo con la medesima finalità. Da marzo 2008 a dicembre 2008, quindi, Regione Lombardia mette a disposizione dei propri allevatori ben oltre 1 milione di euro. Un impegno straordinario che, in quanto tale, chiuderà con la fine dell’anno e ogni allevatore dovrà provvedere all’aggiornamento dell’anagrafe". "A tal proposito – conclude Ferrazzi – c’è una grande novità: gli allevatori che lo volessero, a costo zero, potranno collegarsi direttamente alla Banca Dati Regionale dell’anagrafe e registrare i propri capi in modo autonomo, utilizzando le guide informative su anagrafe bovina, suina e caprina, predisposte dall’Assessorato regionale all’Agricoltura, e già distribuite nelle scorse settimane ad ARAL ed a tutte le APA, proprio per spiegare in modo chiaro e semplice come utilizzare questo servizio comodo ed innovativo. Diversamente – conclude Ferrazzi – potranno rivolgersi alle ASL, alle APA (Associazioni Provinciali Allevatori), ai CAA, ed agli altri enti delegati pagando la relativa tariffa per il servizio".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.