BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Multe per 10 milioni alle banche: ostacolavano il trasferimento mutui

Comportamento scorretto da parte di tantissimi istituti di credito del Paese: ora devono versare una sanzione piuttosto pesante. Chi è stato costretto a pagare le spese per portare il mutuo in un'altra banca ha diritto a chiedere il rimborso e può utilizzare la lettera messa a punto dall'associazione Altroconsumo

Più informazioni su

Gli istituti di credito più importanti del nostro Paese sono stati condannati dall’Antitrust per pratiche commerciali scorrette per non aver applicato la legge sulla portabilità dei mutui (art. 8 della legge n. 40/2007) che non prevede spese a carico del consumatore per trasferire il mutuo a un’altra banca.
La segnalazione all’Authority era stata effettuata nell’aprile scorso dall’associazione Altroconsumo sulla base dell’inchiesta condotta nel marzo scorso che aveva svelato il comportamento scorretto del 95% delle banche italiane le quali, nonostante il dettato della legge, facevano pagare il trasferimento del mutuo ostacolando la concorrenza e impedendo al cittadino di risparmiare.
Nella lista nera dell’Antitrust con sanzioni per un totale di quasi 10 milioni di euro: Bnl, Banca Antonveneta, Deutsche Bank, Intesa Sanpaolo, Monte dei Paschi di Siena, Banca popolare di Milano, Banca Sella, Banca Carige e del gruppo Unicredit (Unicredit Banca, Banca di Roma, Bipop Carire, Banco di Sicilia), Banca Popolare di Bergamo, Credito Emiliano, Banca Popolare di Vicenza, Banca Nuova, Credito Artigiano, Banca Popolare di Sondrio, Banca Popolare di Verona S.Geminiano e S.Prospero, Banca Popolare di Lodi, Banco di Brescia, Banca Regionale Europea, Banca Popolare Commercio e Industria.
Chi è stato costretto a pagare le spese richieste dalla banca per trasferire il mutuo con la surrogazione ha diritto a chiederne il rimborso. La condanna dell’Antitrust è la conferma ulteriore che si è trattato di una richiesta illecita. Potete usare la lettera tipo messa a punto da Altroconsumo per chiedere il rimborso delle spese ingiustamente pagate alla banca.

Istituto di Credito

Sanzione

Banca Sella S.p.A.

300.000 €

Banca Carige S.p.A.

420.000 €

Banca Antonveneta S.p.A.

460.000 €

Deutsche Bank S.p.A.

500.000 €

Unicredit Banca S.p.A.

500.000 €

Unicredit Banca di Roma S.p.A.

500.000 €

Banco di Sicilia S.p.A.

450.000 €

Bipop carire S.p.A.

420.000 €

BNL Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

450.000 €

Monte dei Paschi di Siena S.p.A.

350.000 €

Intesa San Paolo S.p.A.

480.000 €

Banca Popolare di Bergamo S.p.A.

450.000 €

Banco di Brescia S.p.A.

450.000 €

Banca Regionale Europea S.p.A.

450.000 €

Banca Popolare Commercio e Industria S.p.A.

450.000 €

Credito Emiliano S.p.A.

420.000 €

Banca Popolare di Vicenza S.p.A.

440.000 €

Banca Nuova S.p.A.

440.000 €

Credito Artigiano S.p.A.

250.000 €

Banca Popolare di Milano S.p.A.

420.000 €

Banca Popolare di Sondrio S.p.A.

410.000 €

Banca Popolare di Verona S.Geminiano e S. Prospero S.p.A.

320.000 €

Banca Popolare di Lodi S.p.A.

350.000 €

Totale di tutti gli istituti di credito

9.680.000 €

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.