BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tangenziale Est, risolto il contenzioso Il Comune verserà un milione alla Cavalleri

Il capitolo tangenziale Est è definitivamente chiuso, anche sul fronte giudiziario. Comune di Bergamo e impresa Cavalleri, vincitrice dell’appalto e defenestrata causa il ripensamento della giunta Bruni, hanno trovato un accordo economico. Lo scorso 31 luglio la giunta ha infatti deliberato il risarcimento di poco meno di un milione di euro che verrà versato nelle casse dell'impresa di Dalmine.

Più informazioni su

Una stretta di mano e circa un milione di euro. Il capitolo tangenziale Est è definitivamente chiuso, anche sul fronte giudiziario. Comune di Bergamo e impresa Cavalleri, vincitrice dell’appalto e defenestrata causa il ripensamento della giunta Bruni, hanno trovato un accordo economico. Lo scorso 31 luglio la giunta ha infatti deliberato il risarcimento di 900 mila euro e rotti che verranno versati nelle casse dell’impresa di Dalmine.
Il contenzioso nasce nel 2004, quando l’impresa vide sfumare l’ingente appalto (24 milioni di euro) della Tangenziale Est , progetto approvato dalla giunta Veneziani e bocciato in toto dal neosindaco Bruni. Il repentino dietrofront fece andare su tutte le furie la Cavalleri, che decise di citare in giudizio il Comune e chiedere 7 milioni e 800 mila euro di danni. Dopo quattro anni e qualche altro appalto vinto (la Cavalleri uscì dalla tangenziale Est per poi rientrare nella tangenziale Sud) le due parti si sono così riavvicinate.
E pensare che la notizia, tale e quale a quella ufficializzata con la delibera di giunta di pochi giorni fa, era stata anticipata (è proprio il caso di dirlo) dalla stampa poco più di un anno fa, salvo poi essere smentita seccamente da Palazzo Frizzoni. Vito Gritti, responsabile dell’Avvocatura comunale, il 7 luglio 2007 fece piazza pulita delle voci che circolavano dichiarando l’infondatezza della notizia. “Al momento non esiste alcun accordo transattivo, non c’è nessuna quantificazione, né tanto meno in questa misura”. Quelle parole ora suonano male. Ma evidentemente, il legale non poteva dire altrimenti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da arcierebergamasco

    vergognoso basta? ma che limitare i danni!! Bruni lo ha fatto per ripicca e ne paghera le conseguenze, andando a casa presto.La tang era già pagata e i fondi a fondo perduto c’erano, sfido chiunque a dire che una strada in piu in prov non serve. e Bruni lo ha fatto apposta mandando in fumo denaro destinato alla nostra provincia e rimettendoci dell’altro delle nostre tasche, io come minimo gli farei una detrazione pari al 50% del suo stipendio per tutta la vita altro che limitare i danni

  2. Scritto da Matteo

    Bruni sei un mito … tutti i bergamaschi in coda ti ringraziano. Non tirate fuori la storia della strada mal progettata per favore, quell’arteria serviva. Punto.
    Dovreste pagarvela voi la multa, voi che avete votato quel sindaco che probabilmente nella sua piccola testa è ancora convinto di aver ragione.

  3. Scritto da alessandro

    fondi a fondo perduto??!! Ma voi destri avete inventato la macchina che stampa i soldi senza che la Zecca lo sappia? Guardate che quei famosi “fondi a fondo perduto” erano soldi pubblici pagati con le tasse che versiamo. Quindi verranno usati per qualcosa di più utile rispetto ad una strada mal progettata.
    Il resto è solo ideologia

  4. Scritto da lello da nese

    certo noi destri, d’accordo, ma anche tu alessandro… come posso dire, così sinistro, tetro, lububre… ma va là va là… vi attaccate sui vetri. Bruni è al capolinea, Tentorio sindaco e Belotti assessore allo sport con delega all’Atalanta!

  5. Scritto da Alessandro

    lello da nese 7/08/2008 scrive:
    certo noi destri, d’accordo, ma anche tu alessandro… come posso dire, così sinistro, tetro, lububre… ma va là va là… vi attaccate sui vetri. Bruni è al capolinea, Tentorio sindaco e Belotti assessore allo sport con delega all’Atalanta!
    Hai dimenticato il Caglioni come assessore alla Cultura, Dj Francesco alla pubblica istruzione ed il clown Margherito al Bilancio. che squadra!

  6. Scritto da lello da nese

    per alessandro, grazie per le indicazioni ne terremo senz’altro conto, tutte persone degnissime e, soprattutto, in grado di battere saltimbanchi, prestigiatori, domatori, pagliacci del circo barnum allestito a bergamo in questi cinque anni. te saludi.

  7. Scritto da ValSerianese

    per Alessandro

    tu scrivi: “i fondi verranno usati per qualcosa di più utile”. Cosa? se non lo sai, stai zitto! Cosa vuol dire “saranno usati”. Dove sono adesso?
    Se li avevano stanziati per quello, vuol dire che c’erano. Chi li ha presi?
    Cos’ facendo abbiamo:
    – 1 strada in meno
    – 1 milione di euro in meno
    Bell’affare!!!!!!
    Per quanto riguarda il tram delle valli, se non fanno i parcheggi decentralizzati è ovvio che non lo userà nessuno

  8. Scritto da ValSerianese

    Caro Si. Bruni
    lo vada a spiegare a quelli che sono in colonna tutte le mattine per arrivare al rondò delle valli che la tangenziale est non serve. Probabilmente la tangenziale sarebbe dovuta passare su qualche altro terreno?????

  9. Scritto da pgiannini

    Chimiamo questo milioncino di euro come si deve: soldi dei cittadini buttati al vento!

  10. Scritto da ATT

    anche le modifiche della viabilità di Gorle incidono sul traffico del rondò e della via correnti. I provenienti da quella direzione si immettono nella rotatoria con diritto di precedenza e seppure in numero molto inferiore ai provenienti dalla valle seriana, ne rallentano il flusso. Il miolioncino gettato al vento sarebbe stato molto più utile in asfalto che in carte bollate. Ah certo il sindaco è un avvocato. Meglio sarebbe stato un idraulico !!!!

  11. Scritto da attila

    Che disgustoso esempio di mala amministrazione. La penale la farei sborsare a Bruni, Crivelli e compagnia cantante. Gli utili derivanti dalla quota del Comune in Sacbo no, quelli servivano per il bilancio, non si potevano usare per l’impatto ambientale dell’aeroporto…e ora il regalino alla Cavalleri! Ma perchè non esiste la responsabilità oggettiva anche per certi amministratori?

  12. Scritto da Yvan North

    Siamo alle solite, denaro buttato e cittadini in coda. Alla fine questi catto-comunisti si rivelano per quello che sono: dei BLUFF! Altro che arruolare anche l’UDC x rivincere le prossime elezioni cittadine, tra un anno dovranno arruolare pure tutto l’arco Costituzionale altrimenti….

  13. Scritto da Errol Flynn

    Mi pare giusto che il risarcimento sia coperto per intero dai componenti la maggioranza consiliare responsabili dell’affossamento dell’importante infrastruttura. La città è già stata danneggiata abbastanza: è inaccettabile che i contribuenti bergamaschi debbano smenarci anche in termini di denaro.

  14. Scritto da lello da nese

    credo che possa essere materia da Corte dei Conti. Era chiaro fin dall’inizio, infatti, che rifiutare di procedere all’esecuzione dei lavori avrebbe inevitabilmente acceso un contenzioso con l’impresa aggiudicatrice. Ergo, sperpero di denaro pubblico…

  15. Scritto da Alessandro

    50 milioni di euro risparmiati. Questo più o meno il costo di quell’opera progettata in maniera non corretta (centinaia gli errrori scovati dai tecnici, mica dai politici, del Comune nel 2004) e che doveva finire fra i campi di Gorle. Questa è la verità. Il Sindaco Bruni ha potuto solo limitare i danni ed è stato bravissimo.

  16. Scritto da simone

    Bravo Bruni. L’ennesimo disastro .. e dopo ti lamenti dell’ICI che non c’è più, cippipi, blablabla … ma va la!!!