BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Caprioli, cervi e cinghiali: se ne potranno cacciare molti meno

La Provincia di Bergamo ha deliberato l???approvazione della caccia di selezione al capriolo, al cervo e al cinghiale per la stagione 2008/2009. L???Istituto nazionale per la fauna selvatica inpone una dura riduzione ai capi prelevabili.

Più informazioni su

Caprioli, cervi e cinghiali: se ne potranno cacciare meno degli scorsi anni. La Provincia di Bergamo ha deliberato l’approvazione della caccia di selezione al capriolo, al cervo e al cinghiale per la stagione 2008/2009, e contestualmente anche i relativi piani di prelievo nei Comprensori alpini e nell’Ambito Territoriale di caccia prealpino, che sono sottoposti a controllo e accettazione da parte dall’Istituto nazionale per la fauna selvatica.

Rispetto alla proposta dei Piani presentati dalla Provincia di Bergamo, in base ai censimenti realizzati in collaborazione con i Comprensori Alpini e gli Ambiti Territoriali di Caccia, si sottolinea una riduzione del numero dei capi prelevabili dettata dall’Istituto nazionale per la fauna selvatica.  In particolare in Bergamasca si potranno cacciare solo 168 caprioli, 16 cervi e 360 cinghiali.

“Accolgo con rammarico – sottolinea l’assessore provinciale all’Agricoltura Caccia e Pesca Luigi Pisonila decisione dell’ I.N.F.S. (Istituto Nazionale per

la Fauna Selvatica) di ridurre l’entità dei Piani di prelievo proposti dalla Provincia di Bergamo, atteso che si tratta di Piani commisurati, come sempre, alle consistenze delle popolazioni di ungulati sul territorio e finalizzati ad un prelievo venatorio del tutto rispettoso della tutela e conservazione della fauna. Abbiamo già inoltrato all’I.N.F.S. – conclude l’assessore una nota con la quale richiediamo una revisione del proprio parere sulla riduzione del numero di capi prelevabili, ritenendo che la proposta della Provincia sia perfettamente compatibile con i principi di tutela e conservazione delle popolazioni di ungulati presenti sul nostro territorio”.

”.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.