BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Si annuncia una buona vendemmia sperando in un agosto soleggiato

La vite presenta una fase di maturazione normale con un ottimo vigore vegetativo, sicuramente migliore rispetto agli anni passati, spiega l'assessore provinciale Luigi Pisoni. E questo nonostante ripetuti attacchi di parassiti

Più informazioni su

E’ ora di fare il punto sulla situazione dell’uva e delle viti, in vista della prossima vendemmia. Allo stato attuale, secondo gli esperti sul campo e l’assessorato all’Agricoltura della Provincia, la vite presenta una fase di maturazione normale con un ottimo vigore vegetativo, sicuramente migliore rispetto agli anni passati.
Considerando un andamento climatico nella norma, scongiurati eventi meteorologici calamitosi, e confidando in un agosto soleggiato, i tempi della vendemmia si possono presumere così: vendemmia uve per basi spumanti: fine agosto; vendemmia uve bianche: inizio settembre; vendemmia merlot: fine settembre – inizio ottobre; vendemmia cabernet e moscato di scanzo: ottobre. “Come sempre – precisa l’assessore Luigi Pisoni – per la qualità dell’uva sarà determinante l’andamento climatico delle due-tre settimane precedenti alle rispettive vendemmie”.
Segnali positivi dunque anche se la partenza è stata con uno stato di allerta generale per gli attacchi di alcuni parassiti.
Lo stato fitosanitario delle uve è nella norma, anche se vanno sottolineati molteplici attacchi di malattie e parassiti, che si sono e si stanno manifestando, come per esempio la peronospora e gli attacchi di oidio. Queste manifestazioni sono dovute principalmente al lungo e continuo periodo di piogge che si sono protratte prima e dopo il periodo di fioritura e al prolungato periodo di caldo umido che è seguito, favorendo lo sviluppo delle tipiche malattie della vite, anche se i tempestivi interventi hanno permesso di circoscrivere i danni, portando a una leggera perdita di prodotto sotto il profilo quantitativo, ma non incidendo in alcun modo a livello qualitativo.
“Non si possono dare ancora dati precisi – dichiara l’assessore provinciale all’Agricoltura, Caccia e Pesca Luigi Pisoni – su come saranno le produzioni di uva per la vendemmia 2008 ma, scongiurati problemi conseguenti a stress idrici, viste le abbondanti piogge degli ultimi mesi, in previsione di un mese di agosto caldo e visto l’attuale ottimo vigore vegetativo delle piante di vite, si può presupporre una buona vendemmia, sia a livello qualitativo che quantitativo”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da giovanni

    non è per niente una buona vendemmia a causa delle troppe piogge e l’umidità persistente.