BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Asili nido, Bergamo quarta città più cara d’Italia

Bergamo è tra le 10 città più care per le rette degli asili nido comunali. Le famiglie bergamasche devono pagare mediamente 474 euro al mese per gli asili nido a tempo piano: è il quarto peggior risultato d’Italia. Ancor più care Lecco (572 euro), Belluno (535 euro) e Udine (489 euro al mese).

Più informazioni su

Bergamo è tra le 10 città più care per le rette degli asili nido comunali. Le famiglie bergamasche devono pagare mediamente 474 euro al mese per gli asili nido a tempo pieno: è il quarto peggior risultato d’Italia. Ancor più care Lecco (572 euro), Belluno (535 euro) e Udine (489 euro al mese).
A presentare classifiche e prezzi relativi alle strutture per l’infanzia è l’ultima indagine di Cittadinanzattiva, che elenca dati non proprio rassicuranti per tutta la Penisola: gli asili nido sono insufficienti, e il 23 % dei bambini italiani resta in lista d’attesa (percentuale che cresce fino al 40 per cento in Campania). Nell’ultimo anno, inoltre, c’è in corso un generale rincaro delle rette. E se Lecco è in testa alla classifica con 572 euro, ci sono città come Udine che rientrano tra le più care dopo incrementi del 23 per cento in 12 mesi dei costi per le famiglie. Una famiglia italiana deve spendere mediamente quasi 3 mila euro in un anno per mandare il pargolo al nido.
La quarta posizione di Bergamo tra le città più care è una conferma rispetto ai dati del 2006-2007, sia per la classifica che per il costo medio delle rette, rimasto a 474 euro. Tendenzialmente è tutto il Nord Italia ad avere prezzi più alti del Sud. Prezzi bassi in Calabria: non più di 108 euro al mese negli asili nido. L’indagine di Cittadinanzattiva ha considerato una famiglia tipo di tre persone, con un bimbo da zero a tre anni, e con un reddito lordo annuo di 44 mila e 200 euro.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.