BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Variante aperta, la Val di Scalve ?? pi?? vicina

Inaugurata in anticipo sul previsto la nuova strada che scavalca Clusone. Il presidente della Provincia Valerio Bettoni: "Un altro passo per migliorare la qualit?? della vita della gente di montagna". L'intervento ?? costato 14 milioni

Più informazioni su

“Vorremmo che quanto successo per la variante di Clusone accadesse anche per altre opere a cui la Provincia sta lavorando: chiudere in anticipo, rispettando i costi preventivati”. Così l’assessore provinciale alla viabilità Valter Milesi ha inaugurato, la variante di Clusone che da stamane (mercoledì 30 luglio) è aperta al traffico: ”Siamo fiduciosi – ha proseguito – sia per la variante di Riva di Solto che per la tangenziale Sud, nel tratto da Dalmine a Treviolo e per altre opere minori in corso”.
Oggi dunque l’inaugurazione dell’opera forse più attesa dagli abitanti della Valseriana, della Val di Scalve e dai turisti della zona. Al taglio del nastro il presidente della Provincia, Valerio Bettoni, si è mostrato soddisfatto:“Un altro passo per migliorare la qualità della vita della gente che vive sul posto e di chi vuole andarci. Così si pongono le premesse per consentire alla montagna bergamasca di guardare a un suo positivo sviluppo nell’interesse di chi ci vive. La montagna bergamasca è al centro della Lombardia e va posta in condizione di essere facilmente raggiunta e goduta dalla gente che pensa alle nostre Valli per il proprio benessere e tempo libero”.
L’intervento, costato complessivamente poco meno di 14 milioni di euro, è stato portato a termine dall’associazione temporanea d’impresa Milesi geometra Sergio srl di Gorlago – Bertoli impresa stradale Srl di Clusone e ha permesso di realizzare: una strada a due corsie, una per senso di marcia lunga complessivamente 4.633 metri; tre svincoli principali, in corrispondenza di via Europa in Comune di Clusone, via Brescia in Comune di Clusone e via Papa Giovanni XXIII in Comune di Rovetta; un raccordo in uscita ed un raccordo in entrata rispettivamente da via San Lucio e da via Sant’ Alessandro nel territorio di Clusone; due sottopassi alle strade comunali via Sant’ Alessandro e via San Lucio a Clusone e quattro sovrappassi a strade locali o campestri che vengono portate al di sotto della quota di campagna; una serie di opere minori necessarie a dare continuità alla rete irrigua; tre sottopassi ciclopedonali di cui due a Clusone e uno a Rovetta; una passerella ciclopedonale in legno lamellare, collocata in prossimità di Rovetta.
Tra centinaia di persone del posto, all’inagurazione hanno partecipato, tra gli altri il vicepresidente di Via Tasso Bonaventura Grumelli Pedrocca, i sindaci di Clusone e Rovetta, Guido Giudici e Mauro Marinoni; l’arcivescovo emerito di Siena, monsignor Gaetano Bonicelli; ilpresidente della Commissione Infrastrutture del Consiglio regionale, Marcello Raimondi.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.