BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Viaggio da incubo per un’impiegata bergamasca assalita dalle zecche sul traghetto per Olbia

Non sono iniziate nel modo migliore le vacanze per un'impiegata di Bergamo che, venerdì sera, si è imbarcata sul traghetto Bithia della Tirrenia salpato da Genova per Olbia. All'alba si è infatti svegliata "completamente coperta" dalle zecche che avevano fatto un nido sotto la sua poltrona di prima classe e ora è pronta a denunciare la compagnia di navigazione.

Più informazioni su

Non sono iniziate nel modo migliore le vacanze per un’impiegata di Bergamo che, venerdì sera, si è imbarcata sul traghetto Bithia della Tirrenia salpato da Genova per Olbia. Attorno alle 6.30, lunedì mattina, si è infatti svegliata "completamente coperta" dalle zecche che avevano fatto un nido sotto la sua poltrona di prima classe e ora è pronta a denunciare la compagnia di navigazione. Cristina Sassudelli, 41 anni, era in viaggio per raggiungere con due amiche un villaggio turistico a Portisco e, dopo aver cenato, aveva trovato posto in prima classe: "Mi sentivo prudere su un braccio – il suo racconto – e mi sono svegliata, accorgendomi che ero completamente coperta da zecche dalla testa ai piedi. Ce n’erano a centinaia, di tutte le dimensioni. Ho sempre avuto cani quindi ho capito subito che erano zecche". Dopo aver chiamato il capitano, la donna è stata visitata dal medico di bordo "e mentre mi spogliavo, mi sono cadute  altre zecche dai pantaloni nel suo studio. La visita è stata superficiale e, nel certificato, il medico ha scritto che non sono stata punta ma io non ne ho la certezza". La donna ha chiesto poi che venisse chiamata immediatamente l’Asl, dato che nel frattempo la nave era arrivata a Olbia, ma le è stato risposto che era chiusa e quindi non c’era nulla da fare. "La società è molto dispiaciuta per quanto successo alla passeggera, è la prima volta in assoluto che, in tanti anni di navigazione, si manifesta una cosa del genere", ha spiegato la Tirrenia. Secondo quanto comunicato dalla Tirrenia, «la passeggera è stata prontamente visitata dal medico di bordo che non ha riscontrato punture di insetto. La zona dove aveva il posto è stata chiusa ed è stata avviata subito la disinfestazione. L’episodio è avvenuto in un momento particolare di grande traffico e di caldo umido».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da reiter

    Resto sempre un po’ scettico sul concetto che siano gli altri a risolvere i problemi. Che permette di sgravarci (se non si risolvono la colpa non è nostra); questa delega in bianco. Invece, tutti noi dovremmo avere sempre ben presenti le responsabilità, anche sul lavoro: ognuno si ferma al proprio “pezzettino”, senza preoccuparsi oltre, ché ci penserà qualcun altro. Da qui, gli incredibili viaggi su treni, traghetti e via dicendo, ormai più “zoo itineranti” che servizi civili.

  2. Scritto da caniggia

    Il mio era un intervento ” tra virgolette ” x intenderci….Ironico.. Appunto: siccome noi Italiani demandiamo sempre agli altri specialmente quando votiamo non ci impegnamo nemmeno a capire se chi votiamo ne sia degno, o no, ma ascoltiamo solo le parole in campagna elettorale ;e ci picchiamo di sapere chi e’ + meritevole di governarci… La realta’ e’ completamente diversa,chi governa fa’ i propri interessi…e tutti gli altri…?????…..Si tengono le Zecche , da buon paese delle banane.

  3. Scritto da reiter

    Caniggia, ti ringrazio della precisazione. Anche se “tutti gli altri” cioè noi, se ho capito bene, dovrebbero (dovremmo) esercitare più controllo su chi si è preso i voti. E pretendere che ognuno faccia il proprio dovere, senza fermarsi al suo “orticello”:-)
    Alla prossima.

  4. Scritto da caniggia

    Questa e’ l’Italia ,che 4 Italiani su 10 hanno votato e mandato a Roma x risolvere i problemi. Vediamo se Berlusconi anziche’ pensare ai propri processi pensa di risolvere i problemi di Tirrenia ;che come compagnia nazionale di navigazione fa’ letteralmente ..S C H I F O !
    Ah , ma scusate ;dimenticavo .Lui, ol Berlusca ,in sardegna al va’ con
    l’elicottero della marina militare, in mezzoretta arriva in Sardegna.
    Anche x Alitalia ;il problema lo ha risolto con i soldi dei contribuenti.