BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Frode fiscale, arrestato fratello di Ruggeri Denunciati tre manager bergamaschi

Maxievasione fiscale per milioni di euro nel settore delle materie plastiche scoperta dalla Guardia di Finanza di Vicenza: stamattina sono scattati perquisizioni e arresti in tutto il Nord Italia. Tra le undici persone colpite da provvedimento restrittivo c'è anche Gianmario Ruggeri, 38 anni, fratello del presidente dell'Atalanta e amministratore delegato dell'azienda di famiglia. E' agli arresti domiciliari: è finito tra gli indagati in seguito ad intercettazioni telefoniche.

Più informazioni su

Gianmario Ruggeri, 39 anni, fratello del presidente dell’Atalanta Ivan Ruggeri, è stato messo agli arresti domiciliari, accusato dalla procura di Vicenza di aver preso parte  a una maxievasione fiscale per il valore di alcuni milioni di euro. I provvedimenti restrittivi sono stati emessi dal gip vicentino Agatella Giuffrida su richiesta del pm Claudia Del Martello, perquisizioni sono state effettuate in Lombardia, Veneto, Friuli, Emilia Romagna e Trentino Alto Adige.
L’ipotesi di reato coinvolge più aziende del settore delle materie plastiche, anche la RPolimeri Spa, della quale Gianmario Ruggeri è amministratore delegato (con incarico specifico sulle materie prime), Ivan Ruggeri è presidente e la figlia Francesca, vicepresidente dell’Atalanta, è anche amministratore delegato.
L’accusa per le aziende finite nel mirino della magistratura è di associazione a delinquere finalizzata alla frode fiscale: secondo gli inquirenti le aziende acquistavano materie prime in grossi quantitativi nei Paesi dell’Est, senza pagare l’Iva. In questo modo, nonostante fatture formalmente corrette, ottenevano prezzi migliori riuscendo di conseguenza a competere sul mercato in modo sleale.
Gianmario Ruggeri, in particolare, sarebbe finito tra gli indagati in seguito ad una serie di intercettazioni telefoniche: l’amministratore delegato della RPolimeri si informava e voleva rassicurazioni dagli artefici dell’associazione a delinquere sulla forma corretta delle fatture emesse nei Paesi dell’Est.
Oltre a Ruggeri sono stati denunciati a piede libero per frode fiscale altri tre bergamaschi: G. Z., 49 anni, di Adrara San Martino, C. V., 41 anni, di Seriate, G. M. B., di Dalmine, 69 anni.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Farfarello

    Benedette intercettazioni…..Se non ci fossero, niente scandali tipo Santa Rita, “furbetti del quartierino”, truffe varie, etc…. Ma il Berlusca le vuole togliere per i reati fiscali
    chissà perchè……

  2. Scritto da p.g

    non è una bufala? l’eco .it non ne fà cenno e neanche il corriere .it.
    Il presidente è pur sempre ruggeri ivan e consigliere delegato la figlia. cioè é una società di famiglia. se non fosse nella situazione in cui è (il papà) ai domicialiari forse c’era lui.. mi sembra troppo grossa perchè passi sotto silenzio.
    Anche perchè pocopoco la finanza può sequestrare le proprietà degli amministratori e quindi anche le azioni dell’atalanta……

  3. Scritto da NINO CASSOTTI

    GLI HANNO GIA’ FATTO IL PROCESSO CON SENTENZA DI CONDANNA, MA FINO A PROVA CONTRARIA, UNO E’ INNOCENTE SINO A QUANDO LA CASSAZIONE NON LO DICHIARA COLPEVOLE.
    POI NON DIMENTICHIAMO CHE QUALCUNO SI DIVERTE A GIOCARE CON LE MANETTE!

  4. Scritto da alice

    Se può rassicurare c’è anche sul sito de “L’Eco”. Comunque non credo che la discriminante per definire se una notizia è una bufala oppure no dipenda dalla pubblicazione o meno su L’Eco di Bergamo, cartaceo o on-line…