BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Le reazioni, la Lega non molla An: Formigoni stia al suo posto

Niente campus ai Riuniti, decisione annunciata. Luciana Frosio Roncalli (Lega) cerca il dialogo col nuovo Governo; Franco Tentorio (An) chiede che sia il Consiglio di Palafrizzoni a decidere. Per gli ex assessori Luigi Nappo e Roberto Trussardi è uno scandalo che il Comune lasci gestire aree prestigiose alla Regione. Paolo Scanzi, Prc: l'Università a Porta Sud

Più informazioni su

Nessuno si stupisce dell’epilogo infelice dell’ipotesi campus universitario nell’area degli Ospedali Riuniti. Non si stupisce Luigi Nappo , già assessore all’Urbanistica a Palafrizzoni nella Giunta Veneziani (centrodestra): “Girava già da un po’ la voce di questo affossamento da parte della Regione. Al punto che credo sia proprio per questo che il capogruppo azzurro Gianfranco Ceci si è affrettato a convocare una conferenza stampa per proporre soluzioni alternative alla necessità di spazi per l’Università. Lo stesso Ceci che solo qualche mese fa dichiarava ufficialmente: se vince  Berlusconi il campus si farà”. Per Nappo la situazione è inconcepibile: “Soprattutto perché il Comune di Bergamo ha abdicato al proprio ruolo lasciando di fatto gestire urbanisticamente una bella fetta di città alla Regione, anzi a Lombardia Infrastrutture, alla faccia del Piano regolatore generale”.
Già, perché il progetto messo a punto da Lombardia Infrastrutture è di privatizzare gran parte dell’area dei Riuniti per raccogliere i soldi necessari  a terminare il nuovo ospedale, anche se spiega Paolo Scanzi, consigliere comunale di Rifondazione comunista, “noi, i Verdi  e la Sinistra democratica abbiamo chiesto di rivedere quel disegno che è stato rispedito al mittente perché ampliasse gli spazi pubblici. Per quanto riguarda il campus noi, che all’inizio sponsorizzavamo l’ipotesi ai Riuniti, adesso riteniamo che potrebbe trovare una collocazione adatta a Porta Sud”. 
Chi non ne vuol sapere di accettare che sia la Regione a decidere il futuro dei Riuniti è Franco Tentorio, capogruppo di Alleanza nazionale in Comune: "Ognuno stia al suo posto. Non sta a Formigoni stabilire cosa dobbiamo fare lì. Anche perché, visto che all’ospedale nuovo servono 75 milioni, questi si ricavano vendendo e privatizzando metà di quella zona, duecentomila metri cubi che si vendono a 500 euro al metro cubo, un totale di cento milioni, più che sufficienti". Per Tentorio, se proprio il rettore non vuole il campus lì o se per altri motivi non si può fare "il Consiglio comunale di Bergamo deve decidere che metà dell’area resti in mano pubblica".
Il futuro del vecchio ospedale suscita improbabili intese trasversali viste le dichiarazioni di Roberto Trussardi, ex assessore ed ex iscritto a Prc: “La Regione ci fa addirittura la cresta sui soldi che servono al nuovo ospedale. Perché privatizzando le aree (quelle su cui doveva sorgere il campus), l’introito è molto più elevato rispetto a quanto, secondo l’accordo di programma, il Pirellone avrebbe dovuto investire nel nuovo ospedale”. Trussardi ritiene “uno grosso scandalo privatizzare quelle prestigiose aree della città. A un’ipotesi pubblica non ha creduto anni fa Forza Italia e non  ha creduto adesso il sindaco Bruni”.  
Ma non ha alcuna intenzione di accettare supinamente la decisione Luciana Frosio Roncalli, capogruppo leghista a Palafrizzoni: “Noi valuteremo le mosse da fare per proseguire sulla strada del campus. L’ex ministro Roberto Castelli crede molto in questo progetto e noi con lui riteniamo che si debba cercare un dialogo col nuovo Governo per verificare se c’è la volontà di portarlo avanti. Io dico che se c’è la volontà politica una soluzione si trova. Piuttosto quando si parla di nuovo ospedale e si cerca di far cassa per la sua conclusione suggerisco di concentrare l’attenzione su quelli che sono i veri problemi del momento. Per esempio come procedono i lavori, o quanti posti letto davvero ci saranno”.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da lello da nese

    Tentorio sindaco di Bergamo! Formigù sta al tò post!