BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gioia Atalanta: nessuna penalità, Bellini assolto Ruggeri jr: “Giustizia è stata fatta”

Finisce l'incubo: la Disciplinare ha assolto Gianpaolo Bellini dall'accusa di combine con il Livorno. Zero punti di penalità all'Atalanta. Paga solo il livornese Balleri: quattro mesi di squalifica. L'ad nerazzurro: "Sono felice, ma non sorpreso. Cerci? Tranquilli, arriva".

Più informazioni su

La Commissione Disciplinare ha assolto Gianpaolo Bellini dall’accusa di combine con il Livorno: la notizia è ufficiale. Di conseguenza, zero punti di penalità all’Atalanta, che era stata chiamata in causa per responsabilità oggettiva. L’unico a pagare è il livornese Balleri: per lui 4 mesi di squalifica. Per il Livorno invece 250 mila euro di ammenda.
Le partite finite sotto accusa erano due: l’andata (finita 1-1) e il ritorno con il Livorno, terminato 3-2 con il discusso gol di Padoin nel finale, che scatenò la furia dei Filippini.
Per l’Atalanta (il procuratore federale aveva chiesto 6 punti di penalità) e soprattutto per Bellini, su cui pendeva una squalifica di tre anni e un mese, è la fine di un incubo.  Alessandro Ruggeri commenta così il verdetto: "Una bella notizia, anche se non sono sorpreso perché sapevo benissimo quello che avevamo fatto e quello che non avevamo fatto. La nostra coscienza è sempre stata a posto. Giustizia è fatta, sono contento per la società e per Bellini. Appena ho saputo l’ho chiamato: era in campo ad allenarsi ma è corso al telefono. Ovviamente era felicissimo". Ruggeri jr ha fretta di guardare avanti e di archiviare questi giorni difficili: "Adesso è ora di girare pagina e pensare a chiudere bene la campagna acquisti". Il pensiero corre a Alessio Cerci, in arrivo dalla Roma. I tifosi possono essere fiduciosi? "Penso proprio di sì" risponde Ruggeri.

La motivazione – In sostanza, la Commissione Disciplinare non ha creduto all’ipotesi di un accordo. L’atteggiamento dei livornesi, semmai, è da ricondursi al brutto vizio di aspettarsi scarso impegno da avversari che non hanno pretese di classifica. Non un illecito, dunque, ma un malcostume. 
"Emerge la prova di una forte aspettativa dei calciatori del LIVORNO Calcio – si legge nella motivazione della sentenza –  impegnati allo spasimo per evitare la retrocessione alla propria squadra, ad un atteggiamento remissivo da parte degli avversari dell’ATALANTA ormai salvi, fondata su quell’aberrante convinzione di poter pretendere dall’antagonista disinteressato alla classifica un comportamento compiacente; in quell’accezione di ridotto impegno assolutamente incompatibile – duole ancora una volta doverlo ribadire – con i doveri del tesserato e che svuota di qualunque significato (legittimo) l’essenza stessa della competizione sportiva. Aspettativa tradita appunto dall’inattesa motivazione agonistica dell’avversario e che ha generato i comportamenti ricostruiti e descritti nel deferimento. Non emerge invece la prova con altrettanta certezza di accordi tra i due capitani delle squadre, BALLERI e BELLINI, intesi a predeterminare i risultati delle gare del girone di andata e di ritorno".

Guarda il video in cui Bellini sostiene la sua innocenza

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da lello da nese

    Bene, ora però quanti, tra gli altri, proprio da queste colonne hanno gettato palate di… melma verso Bellini, l’Atalanta, il calcio in genere, ecc. oltre a scusarsi, possono tranquillamente ritirarsi alla vita meditativa sul monte Farno, evitando così (falsi moralisti da tastiera!) di fare brutta figura e lanciare gratuitamente accuse e invettive

  2. Scritto da cia74

    non sono indiscrezioni sito figc http://213.215.145.251/it/215/11/14/ComunicatoUfficiale.shtml