BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

E’ ufficiale, il campus ai Riuniti non si far?? mai Bruni: la Regione ha bisogno di soldi

Il collegio di vigilanza convocato per decidere il destino di largo Barozzi e presiduto dal presidente della Regione Roberto Formigoni ha preso atto dell'impossibilit?? di realizzare il campus universitario nell'area dei Riuniti

Più informazioni su

Il collegio di vigilanza convocato per decidere il destino di largo Barozzi e presiduto dal governatore della Regione Roberto Formigoni ha preso atto dell’impossibilità di realizzare il campus universitario nell’area dei Riuniti. La Regione, il Comune, la Provincia, gli ospedali e il ministero del Welfare hanno ribadito che le risorse per finire il nuovo ospedale sono reperibili solo dalla vendita del complesso di largo Barozzi. Sfuma così definitivamente l’ipotesi campus universitario. I tanto acclamati milioni di euro provenienti da Roma non sono arrivati.
Il sindaco Roberto Bruni ha ottenuto quanto richiesto con la richiesta di convocazione: chiarezza. "L’università non ha disponibilità finanziaria per studiare un’eventuale ipotesi campus. In secondo luogo la Regione ha bisogno delle risorse per coprire i costi del nuovo ospedale. I due presupposti fanno sì che si proceda con l’accordo che prevede l’adozione del progetto di Infrastutture lombarde riducendo a 20 mila mq l’intervento di ambito universitario". 
Con il problema campus alle spalle Infrastutture lombarde ha ora campo libero. A fine settembre verrà presentato l’atto integrativo di accordo di programma. Insomma, tutto come da accordi (se non si fosse intromessa l’ipotesi campus). "Non sono nè soddisfatto, nè altro – continua Bruni – abbiamo solo confermato quanto era stato detto in sede di presentazione dell’accordo di programma. La realtà è questa".
Il direttore dell’ospedale Carlo Bonometti, scongiurato il catastrofico stop della realizzazione del Giovanni XXIII, non può che essere soddisfatto. "Entro il 2010 il nuovo ospedale deve essere pronto per il trasloco, quindi non potevamo perdere ulteriore tempo prezioso. Ora è necessario procedere in fretta perché la partita Riuniti corrisponde al 25% dell’opera. Questi soldi ci servono, altrimenti la macchina non può partire".
Per sapere cosa e come verrà costruito nell’area dei Riuniti bisogna però aspettare ancora qualche tempo. "Faremo un bando internazionale e poi verrà scelto il progetto migliore – spiega l’assessore all’Urbanistica Valter Grossi – il masterplan è solo una cornice, saranno i progettisti che interpreteranno le linee guida".

Guarda il commento video del sindaco Roberto Bruni

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Stefano

    a prescindere dalle responsabilita dx o sx non me ne frega nulla…il campus era sacrosanto per una citta che per i giovani non fa nulla…Ma tranquilli il futuro di bergamo è di essere la casa di riposo d’Italia…i giovani piu sgamati se ne vanno in altre citta o addirittura all’estero!!
    Sig.Carlo Saffiotti e Sig.Antonio Misani:almeno in un forum di persone normali(non politici) lasciate perdere!!!Poi dire che l’uni nn vuole essere spostata nn è realtà ma il desiderio di Castoldi..Chiaro?

  2. Scritto da Principebianco

    A me Bruni che fa l’ironico quando ha sostenuto il progetto campus solo dall’altro ieri desta qualche perplessità… Comunque (per tutti i politici) non si può cambiare idea ogni 20 anni: si era scommesso su città alta per non renderla una specie di ospizio e dormitorio per ricchi; si è “regalato” un gioiello assoluto (S.Agostino) alla facoltà di lettere e filosofia; bisogna ancora destinare S.Agata: insomma cambiare è umano ma stravolgere ad ogni levata di vento…

  3. Scritto da R.Trussardi

    Non solo Bruni sosteneva il campus (pagina 67 punto 8.6 del programma) ma tale scelta fu sancita dal successivo voto voto del Cons. Comunale. Ennesimo tradimento della buona fede dei suoi elettori. Che poi dica “è colpa della regione o del governo che non ci ha dato i denari” è vero, ma certto bruni e i parlamentari bergamaschi non hanno mosso un dito per avere i finanziamenti. Avete visto bellicose “spedizioni” a Roma? anche quando c’era un governo amico? tutti sono contenti (segue)

  4. Scritto da R.Trussardi

    Non solo Bruni sosteneva il campus (pagina 67 punto 8.6 del programma) ma tale scelta fu sancita dal successivo voto voto del Cons. Comunale. Ennesimo tradimento della buona fede dei suoi elettori. Che poi dica “è colpa della regione o del governo che non ci ha dato i denari” è vero, ma certto bruni e i parlamentari bergamaschi non hanno mosso un dito per avere i finanziamenti. Avete visto bellicose “spedizioni” a Roma? anche quando c’era un governo amico? tutti sono contenti (segue)

  5. Scritto da R.Trussardi

    che sia finita così. La lega, che con Castelli, aveva tuonato, non si sente. Sarà impegnata nella festa padana di Bottanuco. Rifondazione, ormai inesistente, neppure, disposta a tutto, anche a cancellare il patrimonio pubblico (una vera bestemmia per il partito) pur di strappare una alleanza con Bruni alle prossime amministrative, magari in ammucchiata con l’UDC. Non resta che sperare in una mobilitazione dal basso.

  6. Scritto da R.Trussardi

    che sia finita così. La lega, che con Castelli, aveva tuonato, non si sente. Sarà impegnata nella festa padana di Bottanuco. Rifondazione, ormai inesistente, neppure, disposta a tutto, anche a cancellare il patrimonio pubblico (una vera bestemmia per il partito) pur di strappare una alleanza con Bruni alle prossime amministrative, magari in ammucchiata con l’UDC. Non resta che sperare in una mobilitazione dal basso.

  7. Scritto da Farfarello

    Ci avrei scommesso…Gli interessi forti alla fine, come spesso succede, sono riusciti a imporre il loro diktat, indifferenti alle esigenze della comunità.
    Al cittadino, invece, sono rimaste solo vacue promesse politiche, sventolate al momento delle elezioni e poi puntualmente decadute quando, una volta assunto il potere, la classe politica si è fatta attrarre dall’odore dei “soldi”. Viva l’Italia

  8. Scritto da golfo

    Svanita questa possbilità che cmq. aveva un suo fascino e meritava + attenzione con meno speculazione; credo sia da portare avanti un progetto serio, e condiviso sull’area alla caladina (ex fervet) semprechè non abbia già qualche altra destinazione come qualcuno diceva nei giorni scorsi. Un polo giuridico/economico e se del caso con Ingegnaria di primo piano con servizi ed infrastrutture adeguate. Politici meno parole ma + fatti! Occorre rimboccarsi le maniche!! Chiaro!!!

  9. Scritto da ureidacan

    Secondo me, e sicuramente anche secondo Luigi Nappo, la colpa è di Bruni e del centro sinistra che non hanno costretto Formigoni e Forza Italia, proprietari dell’area, a decidersi per il campus.

  10. Scritto da mauro

    è veramente uno schifo. si parla tanto del problema dell’università e dello spazio che manca, e poi una volta che viene creato un progetto di campus viene bidonato subito!
    cmq penso sia la politica per recuperare i finanziamenti che sia sbagliata.

  11. Scritto da .dihno

    sono ormai decenni che c’è carenza di spazi per le strutture universitarie, via Caniana (mi pare di capire sia stata un flop). non in grado di risolvere le esigenze della facoltà di economia. una volta per tutte si vuole o no? cercare di risolvere alla radice il problema degli spazi. Nel nuovo PGT di BG sono previste aree adeguate? Vogliamo mettere da parte interessi privati e malgoverno ed al contrario trovare soluzioni concrete!
    Si dia un’immagine di politica moderna in grado di decidere!

  12. Scritto da Guido Verdi

    Esattamente come previsto (fin troppo facilmente prevedibile!) oltre dieci anni fa dall’allora Presidente della Provincia Giovanni Cappelluzzo il quale, infatti, propose un nuovo, vero, moderno campus universitario di respiro europeo nell’area di proprietà provinciale in via Borgo Palazzo; la proposta fu bocciata da “coloro che contano” a Bergamo perchè il campus si doveva fare all’ospedale …! Complimenti!

  13. Scritto da GIONNI

    Si sperava in un giornale diverso invece anche questo quotidiano parla esclusivamente di Bruni, Grosssi, Bettoni etc. e dell’Atalanta. Manca solo che ci diciate che calzini e mutande portano i nostri amministratori e poi avrete completato l’opera. Mi sembra una ramificazione de l’Eco di BG . Problemi, realta’ di Bergamo dovrebbe essere il Vostro e nostro pane quotidiano.

  14. Scritto da Antonio Misiani

    E’ un esito ampiamente previsto. Il centrodestra si è diviso in partenza: Lega e AN da una parte, Forza Italia dall’altra. E la Lega ha bluffato, lasciando intravvedere quello che non aveva e non ha a disposizione: 40 milioni di euro di finanziamenti statali essenziali per far partire il progetto campus. Oggi la Camera ha approvato il decreto 112/2008, che ha ridotto – non aumentato – i fondi a disposizione del sistema scolastico e universitario. Con buona pace delle promesse di qualcuno…

  15. Scritto da Carlo Saffioti

    Mi permetto di sottolineare due aspetti che vengono troppo messi in secondo piano a vantaggio del puro e semplice discorso economico.
    1- l’università non ha mai voluto il campus, che snaturerebbe la sua ormai consolidata e caratteristica conformazione policentrica e drenerebbe troppe risorse più utili per ben altre iniziative.
    Creare le condizioni per realizzare un campus significherebbe forzare la volontà dell’università.
    2- (continua prossimo messaggio)

  16. Scritto da Carlo Saffioti

    2- Comunque quello che si potrebbe realizzare ai Riuniti non può essere definito campus che vuol dire spazi aperti, impianti sportivi, aree ludiche e di studio, residence, facilità di accesso ecc.
    Ai Riuniti può essere allocata qualche sede universitaria, ma non parliamo di campus che è tutta un’altra cosa.

  17. Scritto da ARCIEREBERGAMSCO

    GIONNI hai ragione da vendere..un’altro strumento che fa la tirata a bruni alle prossime elezioni com?
    Del resto Lo zappa mica lo hanno messo li per nulla!
    Mi sorprende, da una parte abbiamo l’eco che ci racconta le favole su pagnoncelli , e qui su quel punto di vista si dice la verità, ma su bruni e la sua giunta tutto pare bello in ogni dove, il giornalino che scrive solo se pagano…tutti sul libro paga di qualcuno?
    mi chiedo ma dove viviam