BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tremila euro al mese per un appartamentoClandestini sfruttati nelle case di città

Tremila euro al mese per affittare un appartamento di 90 metri quadrati: è il canone che alcuni immigrati clandestini pagavano ai loro locatori-sfruttatori, che in caso di condanna per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina rischiano anche la confisca degli immobili. La cifra astronomica è emersa dai primi accertamenti effettuati durante i controlli congiunti della polizia locale e della polizia di Stato nella giornata del 23 luglio

Più informazioni su

Tremila euro al mese per affittare un appartamento di 90 metri quadrati: non è fantascienza, ma il canone che 16 immigrati clandestini, in due appartamenti distinti di via Baschenis, pagavano ai loro locatori-sfruttatori: uno di questi, in caso di condanna per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, rischia anche la confisca dell’immobile. E’ quanto prevede il pacchetto sicurezza approvato definitivamente ieri dal Parlamento. La cifra astronomica è emersa dai primi accertamenti effettuati durante i controlli congiunti della polizia locale e della polizia di Stato nella giornata del 23 luglio.

Alle prime ore del mattino sette pattuglie sono intervenute in più zone della città: nel mirino via Baschenis (non certo distante dalle già “calde” via Quarenghi e Moroni) e via Ruggeri da Stabello. In via da Stabello, addirittura, quattro immigrati della Costa d’Avorio, risultati poi in regola, sono stati trovati in un appartamento di proprietà dell?Aler, quindi in una casa a canone popolare. Un loro connazionale, che diverso tempo fa aveva avuto la disponibilità dell’abitazione in base alle graduatorie Aler, era stato poi rimpatriato e invece di ridare le chiavi di casa all’Azienda regionale le aveva consegnate ai suoi connazionali. Tutti in regola con il permesso, ma non possono stare nelle case popolari e saranno sfrattati.
In tutto la polizia ha controllato 10 abitazioni. Ma le situazioni più gravi sono emerse in due case di via Baschenis: in un appartamento 8 immigrati clandestini vivevano in un appartamento messo a disposizione da un boliviano e un brasiliano, in subaffitto. Tutti i clandestini pagavano 400 euro a testa di solo affitto, per un totale di 3.200 euro al mese.
Altri otto immigrati irregolari vivevano, sempre in via Baschenis, in un altro appartamento di dimensioni normali: circa 90 metri quadrati. In questo caso non c’erano locatori intermediari. A quanto pare gli immigrati versavano il tutto al titolare dell’abitazione, un bergamasco. Sono in corso accertamenti sul contratto d’affitto. Di certo l’uomo è stato denunciato: in caso di condanna per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina l’uomo rischia la confisca dell’immobile.
Tutta l’operazione congiunta ha portato al controllo e all’identificazione di 19 extracomunitari. Una donna boliviana e una brasiliana, irregolari, sono state trasferite al Centro di permanenza temporanea di Bologna.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.