BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Telecamera nel cestino della spesa Spiava sotto le gonne, guarda il video

Un pensionato di Fara si divertiva a spiare il fondoschiena di donne e ragazze con una mini telecamera digitale. E’ stato fermato grazie alle telecamere dei supermercati dove agiva. Sul suo computer, in azienda, i carabinieri di Treviglio hanno trovato una vera e propria collezione di video girati sotto gonne e gonnelle. E' stato denunciato per interferenza illecita nella vita privata.

Più informazioni su

Si divertiva a spiare il fondo schiena di donne e ragazze con una mini telecamera digitale. E’ stato fermato e denunciato grazie alle telecamere a circuito chiuso dei supermercati dove metteva a segno i suoi colpi. Sul suo computer, in azienda, i carabinieri di Treviglio hanno trovato una vera e propria collezione di filmati girati sotto gonne e gonnelle. Un feticista, il signor P.B., 59 anni, di Fara Gera d’Adda, pensionato ma collaboratore di una ditta di progettazione di Palosco. Nascondendo una telecamera digitale nel cestello della spesa filmava dal basso il posteriore delle donne con la gonna, lungo le corsie e tra gli scaffali dei supermercati.
I sospetti dei carabinieri sono iniziati un anno fa, quando le guardie private del supermercato Iper di Brembate hanno segnalato la presenza sospetta di P. B. Movimenti strani: l’uomo si avvicinava guardingo alle signore intente a scegliere i migliori prodotti agli scaffali, e subito dopo – hanno segnalato i vigilantes – si allontanava di scatto, nel giro di pochi secondi. I carabinieri hanno quindi iniziato a visionare i filmati delle telecamere a circuito chiuso del supermercato e nel giro di pochi mesi hanno ricevuto altre segnalazioni da altri punti vendita. Filmato dopo filmato si è capito che l’atteggiamento di P. B. non era quello di uomo che voleva rubare qualcosa, né quello di un presunto rapinatore intento a effettuare sopralluoghi per future rapine.  E quindi sono stati i cestelli che aveva tra le mani, sempre avvicinati alle gonne delle donne, a destare i sospetti più concreti.
P. B. era un guardone della nuova era digitale, nel cestello teneva ben nascosta la microcamera e ogni tanto si avvicinava alle clienti dei supermercati per scattare una foto dal basso. I carabinieri l’hanno fermato in un supermercato della Bassa pochi giorni fa. L’uomo ha ammesso: “Ho questo vizio, e adesso cosa mi succede?” E’ stato denunciato per interferenza illecita nella vita privata. Un reato per il quale si può procedere solo dopo querela: i militari del nucleo operativo radiomobile di Treviglio, coordinati dal tenente Antonio Berardi, hanno infatti individuato due delle vittime del feticista guardone che hanno quindi sporto denuncia.
Sono stati almeno una decina, in tutta la provincia, i supermercati in cui P. B. avrebbe agito. Non è ancora chiaro se il pensionato si divertisse anche a caricare in Internet, su alcuni siti ben noti, i filmati che girava nei supermercati. A maggio i carabinieri avevano fermato un uomo con un’attività simile in piazza San Marco, a Venezia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da eric

    Questo e’ un grande! Anche a me piace spiare sotto le gonne!

  2. Scritto da Berlino

    La notizia non c’è.

  3. Scritto da Seba

    Mi ha dato un’idea per il prossimo WEEK End!!! Grandissimo!!!

  4. Scritto da korsaro

    ma perfavore!! ma che maschilismo qua dentro!!! voi che avete scritto….. beh, vorrei che diventaste per un giorno tutte donne con un vecchio sbavoso che vi guarda sotto la gonna!! ma che lo arrestino subito quel pervertito….

  5. Scritto da graziano

    Solo 4 parole: che figura di M…..!!!

  6. Scritto da paolo

    ..maiale è maiale.. però anzichè una denuncia ed un anno d’indagini sarebbe stato meglio procedere con una bel ceffone da qualche pulzella o un calcio nel sedere di qualche compagno ,e chiusa lì! Non è che sia ‘sto gran pericolo, quest’omuncolo..

  7. Scritto da Pol.sco.

    Non esageriamo da una parte e dall’altra. E’ un poveretto con forti problemi
    Punto e basta. Non mi sembra che l’attuale moda di scoprirsi il più possibile sia in controtendenza con qualcuno che sbircia biancheria intima dal di sotto, invece che sedersi comodamente al Balzer a vedere la gente che passa

  8. Scritto da Amedeo

    Mi ha fatto pena vedere il video, pover’uomo, solo e depravato, chissa se si puo’ curare a quell’età.
    Mi dispiace per le signore spiate, che abbiano compassione.
    Siamo ormai in pieno decadentismo, mi vergogno anche a parlarne

  9. Scritto da alberto ti

    A Tinto Brass per una roba del genere quasi danno l’Oscar. Comunque Don Faggy guarda che chi stupra le “nostre” donne (perché quel “nostre” proprio non lo capisco) sta soprattutto in famiglia e si chiama purtroppo a volte papà e a volte zio. Non ci credi? Chiedi a qualcuno dell’associazione donne contro la violenza di bergamo… Ti metteranno al corrente di cose che ignori e che ti stupiranno.

  10. Scritto da attilio gusmaroli

    capisco che la cronaca pruriginosa di un poveretto possa attirare l’attenzione, ma diciamocela con franchezza sono questi i problemi della nostra società da denunciare? Un bravo giornalista non dovrebbe occuparsi dei problemi veri?

  11. Scritto da il malpensante

    In questo caso i giornalisti non hanno fatto altro che dare conto di una conferenza stampa dei carabinieri. Pruriginosa o no, la notizia c’era tutta, come conferma il fatto che è finita sui siti nazionali, sulle televisioni e sui giornali. Se proprio non piace, ci si può astenere dal leggerla. Elementare, Watson!

  12. Scritto da Valerio

    Un po di tecnologia e un pizzico di genio ecco partorita la genialata.
    Chi non vorrebbe dare una sbirciatina?
    Bisognerebbe dargli un premio per aver sottolineato che al supermercato si va a far la spesa e non una sfilata di intimo, se ne vedono di certe…
    Non ha fatto nulla di grave, rimprovero, ma ASSOLTO

  13. Scritto da Don Faggy

    Queste sono le priorità della giustizia nel Belpaese purtroppo. Poliziotti e magistrati invece di dare la caccia ai clandestini che “STUPRANO” le nostre donne inseguono i cittadini che s’accontentano di guardarle tramite l’occhiolino di una telecamera. Ma da qualche parte non si diceva che “GUARDARE E NON TOCCARE E’ UNA COSA DA IMPARARE” ? Peccato che il lodo Alfano si fermi alle quattro cariche più alte dello stato..
    Profondamente indignato esprimo la più totale VERGOGNA !

  14. Scritto da elio

    ma stai male…

  15. Scritto da Principebianco

    Il signore è un artista del soft-porno, un feticista della mutandina a raso suolo.
    Chissà se ha preso l’ispirazione da una nota marca di gomma americana..
    Il digitale rende l’opera un patchwork maniacale, un’artista di cui non ricordo il nome riprende come il pensionato la vista aurea in serie dai 180°, ma da signorine consenzienti. Ricordo invece ai miei tempi aurei, senza digitale, in un Sarpi in ristrutturazione un foro perpendicolare alla tazza delle femmine, che manna! In prescrizione…

  16. Scritto da Casoncello

    Che maiali! Che fine hanno fatto romanticismo, educazione, gentilezza e rispetto? Anche lei col suo foro nel muro, caro Principe… Bah, ai miei tempi probabilmente era già stato sigillato.

  17. Scritto da xXx

    Mitico il vecchio!!!

  18. Scritto da Pol.sco.

    E’ riuscito ad arrivare anche sulla Tv nazionale, con tanto di riprese di telecamera interna al supermarket. Chi di telecamera ferisce… Ma non gli bastava andare su una spiaggia o sperava che le bergamasche non portassero biancheria intima
    E poi sai che riprese senza adeguata illuminazione!

  19. Scritto da Stefano da Brescia

    Ma per favore, abbiamo problemi ben più gravi, non arriviamo a fine mese con lo stipendio, una giustizia ad hoc, etc, e stiamo a denunciare un signore che non faceva del male a nessuno. Ma dai siamo seri, non ha fatto del male a nessuno quel vecchio, anzi, fossero tutti così. ciao

  20. Scritto da Lud

    Piccole perversioni piuttosto “genuine”, credo. Alla fine avrebbe potuto ammirare le sue stesse vittime e per gli stessi centimetri di pelle + comodamente in spiaggia o in piscina. Forse è giusto perseguirlo, ma tanto risalto mi sembra davvero eccessivo.
    Un vizietto soft, nulla di grave. Certo se si pensa che possa essere oggetto delle sue attenzioni un proprio familiare, forse cambia qualcosa ma, ripeto, al mare ogni nostro familiare mostra le stesse cose, o anche di +.

  21. Scritto da Casoncello

    Ma come diavolo si fa a difendere un simile essere? Siamo al voyeurismo da supermercato, portato avanti con squallidi mezzucci. Provate a chiedere a qualche signora di vostra conoscenza, se gradirebbe attenzioni del genere. Bisogna ritornare a dosi massicce di educazione civica, fin dai banchi dell’asilo.