BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Si potranno cacciare fringuelli, peppole e storni

Il Consiglio Regionale ha approvato oggi la legge che consente il prelievo per la prossima stagione venatoria delle specie fringuello, peppola e storno, specie che possono essere cacciate solo nel quadro di un particolare meccanismo di deroga previsto dall???Unione Europea e oggetto della Legge regionale appena approvata.

Più informazioni su

Il Consiglio Regionale ha approvato oggi la legge che consente il prelievo per la prossima stagione venatoria delle specie fringuello, peppola e storno, specie che possono essere cacciate solo nel quadro di un particolare meccanismo di deroga previsto dall’Unione Europea e oggetto della Legge regionale appena approvata. Trattandosi di un prelievo in deroga, l’attività venatoria è sottoposta a vincolanti limitazioni in quantità e tempi.
Per l’assessore provinciale alla Caccia, Luigi Pisoni si tratta di un “importante provvedimento che permette ai cacciatori di esercitare questa forma di caccia nel rispetto delle normative esistenti. Ci stiamo organizzando affinché tutto sia pronto per la partenza della stagione venatoria. I cacciatori bergamaschi riceveranno a casa oltre al consueto tesserino, un modulo precompilato contenente la domanda per essere ammessi al prelievo in deroga. Si raccomanda naturalmente il massimo rispetto delle modalità di prelievo previste dalla Regione”. 
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Mill

    In Lombardia, ma soprattutto a Bergamo e Brescia i cacciatori sono la lobby più coccolata dal ceto politico (PDL-PD-Lega, senza distinzioni).
    A Bergamo poi la fauna selvatica (patrimonio indisponibile dello Stato) viene gestita, in condominio con le associazioni venatorie, da un Assessorato il cui nome è tutto un programma: Agricoltrura, Caccia e Pesca.
    Non sarebbe meglio portare il settore sotto l’Assesorato all’Ambiente ?
    Una proposta per le prossime elezione amministrative.