BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Al Polaresco la “Sagra dell’Agor??”

Agor??, il servizio bar del Polaresco, in collaborazione con l???Ufficio Giovani del Comune di Bergamo, organizza dal 24 al 27 luglio 2008 presso lo Spazio Polaresco (via del Polaresco 15, quartiere di Longuelo) la ???Sagra dell???Agor?????, una quattro giorni di festa che chiudono la stagione estiva del Lido Agor??.

Più informazioni su

Agorà, il servizio bar del Polaresco, in collaborazione con l’Ufficio Giovani del Comune di Bergamo, organizza dal 24 al 27 luglio 2008 presso lo Spazio Polaresco (via del Polaresco 15, quartiere di Longuelo) la “Sagra dell’Agorà”, una quattro giorni di festa che chiudono la stagione estiva del Lido Agorà. L’offerta presenta specialità gastronomiche, birra con ricetta bergamasca e concerti di qualità con gruppi da tutta Italia nella cornice verde dello spazio per i giovani recentemente inaugurato.

Il programma musicale prevede:

Giovedì 24 – LINEA (combat-rock da Milano)

Venerdì 25 – JINKA’ PERCUSSION ORCHESTRA (world music da Milano)

Sabato 26 – KAMAFEI (etnomusic e pizzica dal Salento)

Domenica 27 – UNNADDARE’ (electro-world sound from Sicily)

Tutte le iniziative sono ad ingresso gratuito. I concerti avranno inizio alle 21.30. Sarà disponibile il parcheggio dell’Istituto Caniana.

Per info: agorapolaresco@yahoo.it, tel. 347 6953251.

 

Agorà si propone anche come luogo pubblico di aggregazione e partecipazione, promotore di  iniziative culturali e ricreative per i giovani. Con la Sagra dell’Agorà saluta i suoi utenti e dà loro appuntamento a settembre, quando verrà inaugurato il bar all’interno della struttura dello Spazio Polaresco.

 

CONCERTI della SAGRA

Giovedì 24 ore 21.30

LINEA (combat-rock da Milano)

Si formano nei primi ’90 e si ispirano ai Clash. Il loro stile, una miscela di rock, ska, reggae e sane contaminazioni punk, si è via via affinato fino a rendersi più personale e maturo. Nel 2000 esce il loro primo album: "In cammino”. Nel 2004 è il momento di "Frontiera" per poi pubblicare nel 2008 "Terra libera", pubblicato su etichetta Business Low Cost Company. Hanno suonato con diverse band tra cui Banda Bassotti, Rappresaglia, Movement (DK) e i capostipiti Gang.

 

Venerdì 25 ore 21.30

JINKA’ PERCUSSION ORCHESTRA (world music da Milano)

 La JPO è un’orchestra di 12 elementi ad alto contenuto percussivo che raccoglie musiciste e musicisti provenienti dalla musica etnica, dal rock-blues, dall’elettronica, dal jazz e dal post-rock. La band nasce agli inizi del 2004 con l’intento di accostare ritmi e percussioni tradizionali afro-brasiliane a strumenti come basso, chitarra, batteria, sezione fiati e voci. Il risultato è un  melting pot musicale che va dal samba urbano al funky, dal reggae al maracatù alla jungle, dai ritmi del Candomblè ad atmosfere jazzy.

JPO porterà in tour i brani del loro disco d’esordio “Da Groove”.

 

Sabato 26 ore 21.30

KAMAFEI (etnomusic e pizzica dal Salento)

Dallo scioglimento dei Kumenei nasce il progetto musicale Kamafei, il Caldo che scorre. Kamafei è un progetto che ripropone etnomusica “dal” Salento, canti d’amore e brani originali in lingua salentina per conservarne la memoria e la musicalità. L’esperienza accumulata all’interno della musica tradizionale Salentina hanno permesso ai musicisti dei KAMAFEI di portare nel progetto innovazioni vicine alla musica attuale quale dub e reggae, e ad avvicinarsi a sonorità fisicamente lontane ma vicine come pensiero e stile. Alle spalle collaborazioni con artisti del calibro di Massilia Sound System, Francesco De Gregori, Piero Pelù, Franco Battiato, Gianna Nannini, Giovanni Lindo Ferretti, Sud Sound System.

 

 

Domenica 27

Ore 18.00 – Djset con BergamoReggaeCrew

Ore 21.30 – UNNADDARÉ (electro-world sound from Sicily)

Unnaddarè è un progetto che coinvolge musicisti di diversa provenienza ed estrazione accomunati dalla passione per la tradizione musicale siciliana. Kalsa è il nuovo spettacolo e il primo cd degli Unnaddarè. Ritmiche trance, testi minimali e visionari, strumenti multietnici e voci arcaiche, il tutto perfettamente miscelato ad arte per la nuova electro world music from Sicily. “Una delle scoperte più interessanti del panorama musicale italiano recente… da preservare con cura.” (Libero Pastori – World Music Magazine n.83).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.