BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Araki, la Foppa parla giapponese

Arriva dal Sol Levante l???ultima novit?? di mercato della Foppapedretti Bergamo che va a completare il reparto dei centrali rossobl??. Il dg Panzetti: "E' il primo passo che ci porta verso nuovi mondi: grazie a questa grintosa titolare della nazionale nippponica porteremo il volley italiano a farsi conoscere ulteriormente in Oriente".

Più informazioni su

Arriva dal Sol Levante l’ultima novità di mercato della Foppapedretti Bergamo che va a completare il reparto dei centrali rossoblù. Si chiama Erika Araki (foto dal sito Foppapedretti) e porta con sé il fascino del Giappone per tuffarsi in una nuova speciale avventura: la centrale titolare della Nazionale giapponese che ha da poco conquistato il pass per le Olimpiadi di Pechino, e prima ancora il titolo di Campione del Giappone con il club Toray Arrows, sarà in forza alla Foppapedretti nella stagione 2008/2009.
Erika affiancherà le veterane Jenny Barazza e Valentina Arrighetti e si metterà al servizio del tecnico Micelli, portando con sé un bagaglio tecnico e tattico che contribuirà a un ulteriore salto di qualità della formazione orobica.
“Con l’arrivo di Erika scriviamo una nuova pagina nella storia del Volley Bergamo – spiega il Direttore Generale Giovanni Panzetti – Apriamo i nostri orizzonti verso una nazione che fa del volley un’autentica passione e sono sicuro che la nostra nuova centrale contagerà ulteriormente gli appassionati e gli sportivi italiani, portando una ventata di novità nel nostro campionato. Con lei completiamo un reparto fondamentale, composto dal muro granitico di Jenny Barazza, dell’irrefrenabile grinta di Valentina Arrighetti e da questa nuova stella, pronta a farsi valere sui campi italiani ed europei, brava in attacco e insidiosa in battuta. Erika Araki è il primo passo che ci porta verso nuovi mondi: grazie a questa grintosa titolare della Nazionale giapponese porteremo il volley italiano a farsi conoscere ulteriormente in oriente”.
La nipponica è entusiasta: “Ho scelto Bergamo perché voglio confrontarmi in una squadra al top e in un campionato di prestigio come la serie A italiana. Della Foppapedretti Bergamo so che vi giocano atlete nazionali come Lo Bianco, Piccinini e Barazza e che la città si trova vicino a Milano. E’ la mia prima avventura all’estero e so di dover superare diversi ostacoli, ma spero che questa esperienza mi aiuti a crescere sia da un punto di vista tecnico che mentale”. 
Di certo, l’arrivo di Araki in maglia rossoblù porterà nuova curiosità tra i tifosi bergamaschi, che avranno modo di scoprire questo gioiello orientale dopo la sua avventura alle Olimpiadi di Pechino, la prima per Erika ai Giochi Olimpici.
Nata il 3 agosto 1984, alta 186 centimetri, ha già totalizzato circa un centinaio di presenze con la maglia della Nazionale giapponese. Ha iniziato a giocare a pallavolo a 11 anni, a 14 anni è entrata nella Nazionale giovanile partecipando ai Campionati Asiatici nel 1999 e nel 2000 e ai Mondiali nel 2001.
Nel 2003, con la Nazionale juniores ha partecipato ai Campionati Asiatici, mentre nel 2004 è arrivata la convocazione della Nazionale seniores, con la quale ha vinto la Coppa Asiatica 2007 e ha partecipato ai Mondiali 2006 e alla World Cup 2007.
Nell’ultima stagione ha vestito la maglia del Toray Arrows, club con cui ha partecipato al Campionato giapponese dal 2003.
Nel 2004 è arrivata fino alla semifinale del Campionato e ha vinto la Coppa del Giappone. In entrambe le competizioni si è aggiudicata il premio “Best 6”. Trofeo conquistato anche nel 2006.
Nel 2008 ha invece vinto il Campionato giapponese ed è stata premiata come “Miglior Giocatrice”, “Miglior Centrale”, “Miglior Schiacciatrice” e ha vinto per la terza volta il trofeo “Best 6”. Un biglietto da visita invidiabile per il nuovo gioiello orientale della Foppapedretti Bergamo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.