BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Volantini sindacali contro il carovita distribuiti dai pensionati in 40 paesi e in città

Anche in Bergamasca sono in corso le iniziative dei pensionati di Cgil, Cisl e Uil contro il carovita e per la difesa del potere d’acquisto delle pensioni. Si stanno svolgendo i volantinaggi in circa una quarantina di mercati comunali in tutta la provincia. Mercoledì mattina il volantinaggio sarà in città sul Sentierone.

Più informazioni su

Come sta accadendo in tutta la Lombardia, anche in Bergamasca sono in corso le iniziative dei pensionati di Cgil, Cisl e Uil contro il carovita e per la difesa del potere d’acquisto delle pensioni. Si stanno svolgendo i volantinaggi in circa una quarantina di mercati comunali in tutta la provincia: Calcinate, Grumello del Monte, Ghisalba, Comun Nuovo, Bergamo-Malpensata, Villa di Serio, Barzana, Clusone, Martinengo, Trescore, Azzano San Paolo, Albino, Brembate, Osio Sopra, Cologno, Casazza, Dalmine, Casnigo, Bolgare, Romano, Urgnano, Zanica, Nembro, Sant’Omobono, Capriate, Leffe, Fiorano, Caravaggio, Cividate, Stezzano, Calusco, Gazzaniga, Almenno, Gorlago, Treviglio, Zogno, Osio Sotto e Alzano. Anche in città prosegue la manifestazione di sensibilizzazione: dopo l’iniziativa di lunedì 14 luglio nel piazzale della Malpensata, in centro città una nuova mobilitazione è prevista unitariamente per mercoledì 23 luglio dalle 9.30 alle 11.30 sul Sentierone.
Cosa dicono i volantini? Che le pensioni sono state adeguate solo dell’1,6 per cento mentre il costo della vita calcolato cresce de 3,6 per cento e quello effettivo è già salito del 5,4 per cento. “Al Governo diciamo che così non va e chiediamo: il controllo dei prezzi e delle tariffe; l’estensione della cosiddetta quattordicesima; la modifica del meccanismo di perequazione della pensione per riconoscere l’inflazione reale; la riduzione del carico fiscale; un nuovo paniere Istat per adeguare il calcolo del costo della vita; la destinazione di risorse al fondo per la non autosufficienza; l’attivazione del tavolo di confronto come definito col precedente Governo”.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.