BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bruni: “Cari residenti, scusateci tantoma via Borgo Palazzo è tutta da rifare”

Polvere quando c'è caldo, pozzanghere ovunque quando piove: il Comune decide di rifare il manto "mangiasmog" e rivalersi sui responsabili del pasticcio. E il sindaco prende carta e penna per prevenire le proteste dei residenti: "La strada è in evidenti condizioni di dissesto, resterà chiusa per un mese". Disagi in vista.

Più informazioni su

Tutto da rifare. Il Comune di Bergamo decide (finalmente) di porre rimedio al polverone di via Borgo Palazzo: la pavimentazione stradale così com’è non va, vista la nuvola bianca che si solleva al passaggio dei veicoli e il pantano che si forma quando piove. Sarà pur vero che il manto mangia lo smog grazie allo speciale materiale impiegato (il Tx active di Italcementi, le cui virtù nei giorni scorsi hanno destato l’interesse persino della Cnn), ma chi ci abita non può continuare a respirare polvere o a sguazzare nelle pozzanghere. Senza contare buche e gobbe che mettono a rischio la circolazione. Perciò: da mercoledì 23 luglio strada chiusa per un mese – nel tratto compreso tra piazza S.Anna e viale Pirovano – e rifacimento della superficie: si torna al caro vecchio asfalto. Consapevole dei disagi (e delle proteste) in arrivo, il sindaco Roberto Bruni prende carta e penna e scrive a residenti e commercianti per giocare d’anticipo sulle prevedibili ire.
"Non tutte le ciambelle escono col buco … – esordisce Bruni – Anche se il materiale con cui è stata realizzata la pavimentazione di via Borgo Palazzo ha confermato  le sue positive potenzialità di riduzione dello smog, la strada si presenta in evidenti condizioni di dissesto, per cause che dovranno essere accertate dalle autorità competenti". Pertanto, scrive Bruni, il Comune "ha l’obbligo di mettere in sicurezza la via". Con una garanzia: nessuna spesa aggiuntiva per il contribuente in quanto l’Amministrazione "intende rivalersi sui responsabili del danno". Ma di chi è la colpa? Lo accerterà, appunto, l’"autorità competente". Quel che è sicuro, per il momento, è che la gente di Borgo Palazzo dovrà sopportare un altro mese di disagi. "Prevediamo di riaprire la via a fine agosto" scrive Bruni. Non resta che incrociare le dita.
I commercianti però sono già sul piede di guerra: venerdì sera è prevista un’assemblea per discutere la questione.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.