BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Rispuntano i soldi per la Tramvia delle valli Nuove modifiche all’emendamento

I soldi ci sono, o meglio, dovrebbero esserci. Dopo le polemiche tra i deputati bergamaschi del Pdl e del Pd, Giorgio Jannone e Antonio Misiani, nella nuova versione di un emendamento alla manovra estiva depositato alle 21 di ieri sera rispuntano 350 milioni dai quali attingere anche per la tramvia delle Valli.

Più informazioni su

I soldi ci sono, o meglio, dovrebbero esserci. Meglio star cauti dopo giorni caratterizzati da un lungo tira e molla in merito ai fondi da destinare alla Tramvia delle Valli tramite la manovra estiva del governo Berlusconi. L’ultima novità, però, è che i 350 milioni da destinare a diverse infrastrutture, tra le quali la tramvia orobica, sono ricomparsi nell’emendamento presentato alle 21 di ieri sera in commissione Bilancio dalle forze di maggioranza.
Un passaggio che – sperano dalle parti di Teb – potrebbe essere definitivo, nonostante le polemiche di ieri pomeriggio. I soldi sono giusto tornati alla luce in un emendamento al decreto 112 2008 (la manovra estiva), in discussione in commissione alla Camera. A darne notizia, da Roma,  il deputato bergamasco del Pd Antonio Misiani: “L’emendamento è stato depositato attorno alle 21. Il taglio di quei fondi non c’è più, i soldi sono nero su bianco. Il problema è che tutti gli emendamenti singoli rientreranno probabilmente in un maxi emendamento: solo quando sarà presentato avremo la certezza dei soldi per la tramvia. Per ora sono sulla carta. Credo che alla fine, dopo un po’ di confusione, si possa anche dare atto ai deputati bergamaschi del Pdl di essere tornati sui loro passi. In questo caso è stato fondamentale il ruolo della minoranza, che ha sollevato la questione e ha voluto vederci chiaro fino in fondo, facendo un lavoro utile per la comunità”.
Il tram per funzionare ha bisogno di quei soldi, ma anche di lasciarsi alle spalle le polemiche. “Mi spiace che si sia voluta far polemica sulla vicenda, l’ho anche detto al collega Misiani – chiude Giorgio Jannone, anche lui a Roma –. La realtà dei fatti è che è ancora in corso l’iter di tutti gli emendamenti tecnici al decreto. Quindi far polemica e discutere su ogni singolo passaggio è assolutamente inutile. C’è un lungo lavoro di taglia e cuci e finalmente i fondi per la tramvia bergamasca sono rientrati. Resta una situazione economica generale certamente difficile”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giorgio

    L’auspicio dell’elettore bergamasco è che su queste opere ci sia unità tra gli eletti, anche perchè i tempi di realizzazione sono già stati lunghissimi se li confrontiamo con quelli occorsi nei secoli scorsi per realizzare le ferrovie delle valli.