BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Parco delle Orobie, sabato la posa della prima pianta della “cattedrale verde”

Da luglio a ottobre l'area protetta delle Prealpi bergamasche ospiterà una serie di eventi: dalla posa della prima pianta della "cattedrale verde" all'apertura dell'osservatorio faunistico di Valbondione. Un programma pieno di cultura e divertimento. Senza dimenticare la degustazione dei prodotti tipici.

Più informazioni su

Parco Vivo 2008. E’ questo il titolo della manifestazione che, da luglio ad ottobre, animerà il Parco delle Orobie Bergamasche, uno dei parchi più estesi e variegati della Lombardia.
Quattro le date previste dalla manifestazione:
– 19 luglio, Oltre il Colle, posa della “prima pianta” della “cattedrale verde”;
– 16 agosto, inaugurazione dei lavori di Passo San Marco;
– 20 settembre, apertura dell’osservatorio faunistico di Valbondione;
– 4 ottobre, visite guidate alle antiche miniere di Schilpario e ai musei della Valle di Scalve.
Presentazioni, visite guidate, degustazione di prodotti tipici, eventi musicali e di aggregazione si alterneranno nel corso di Parco Vivo 2008 al via sabato 19 luglio a Oltre il Colle, ai piedi del Monte Arera, all’imbocco del sentiero dei fiori e delle farfalle (area prato a monte del "al piz", in Plassa Arera).
In questo suggestivo angolo del parco, alle 11.00, alla presenza di autorità ecclesiastiche e civili, sarà posta la “prima pianta” della cattedrale verde, un’opera d’arte che sarà fatta di piante, essenze, foglie, rami e legno fino a formare navate, facciate e tetto di una creazione, tra le prime di questo genere in Europa.
Un progetto che ha già dato i suoi primi frutti, stimolando la creatività degli studenti della scuola d’Arte Fantoni i cui bozzetti, raccolti in una mostra allestita  nei locali dell’"al piz", faranno da cornice all’iniziativa.
La mattinata terminerà con una degustazione di prodotti tipici offerta dal Parco delle Orobie. Nel pomeriggio sarà possibile continuare a vivere il parco con escursioni guidate lungo il sentiero dei fiori. L’intero programma è gratuito e aperto a tutti.
“Con questa iniziativa  – spiega infatti il Presidente del Parco delle Orobie Bergamasche Franco Grassi- vogliamo restituire valore alla tradizionale arte orobica dei roccolai, che sta alla base della realizzazione dell’opera. Intendiamo infatti creare un luogo che divenga simbolo di un abbraccio con la natura e creare continuità, attraverso la partecipazione dei ragazzi della scuola, tra passato e presente e tra mondo della scuola e della natura. Soprattutto vogliamo offrire a tante persone, non solo bergamasche, un’opportunità per vivere il parco e la natura e per condividere l’entusiasmo che ha contagiato molte istituzioni che sono orgoglioso di poter ringraziare per la partecipazione all’iniziativa”.
La “cattedrale verde”, che ad ogni stagione cambierà colori e che sarà realizzata con piante rigorosamente autoctone, permetterà di riqualificare una zona interessata da lottizzazione e dallo smantellamento di impianti di risalita, diventando un’ opera simbolo del parco, sede di eventi spirituali o musicali. L’impiego dell’ ”arte del roccolare” intende testimoniare la tradizionale abilità orobica nel creare opere di ingegneria orticola e di passione naturalistica per la cattura di uccelli.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.